Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa Castelli Romani - Sora, parola agli ex

I bianconeri Andrea De Marco e Alessio Maccaroni pronti ad affrontare il loro passato



Image titleLe dichiarazioni degli ex Andrea De Marco e Alessio Maccaroni alla vigilia della gara con la Lupa Castelli Romani.
«Domani incontrerò un gruppo di amici più che di ex compagni – spiega De Marco – la nostra forza, oltre che quella di essere una grandissima squadra, era proprio il gruppo. Con tutti loro ho ancora un bel rapporto. Ci sentiamo spesso, soprattutto con Lele Mancini. Ma domani per me saranno avversari! A fine partita sarà bellissimo, dopo esserci presi a calci per novanta minuti, darci un abbraccio e una stretta di mano. Il calcio alla fine è bello anche per questo. Sicuramente sarà una partita maschia, noi dobbiamo dare tutto per riuscire a portare a casa il miglior risultato possibile. Loro, e lo dico da inizio anno, sono la squadra più forte del girone. Quadrata, compatta, forte nelle individualità. Noi saremo affamati. Sono un ragazzo che tante cose se le fa scivolare addosso, ma i fischi non li scordo! Voglio e vogliamo dimostrare a noi stessi e alla gente che ci segue sempre di che pasta siamo fatti! Proveremo a metterli in difficoltà come abbiamo fatto all'andata, quando non abbiamo demeritato per niente e siamo stati costretti a lasciargli i tre punti! Colgo l'occasione per salutare tutti i miei ex compagni, il presidente Virzi, Il magazziniere Dino, il grande Faciolo e Guendalina».«Ho dei ricordi bellissimi della mia esperienza alla Lupa – dice Maccaroni – che mai dimenticherò. Un gruppo eccezionale con cui ho condiviso le giornate, le emozioni, le risate e le sconfitte. Domani sarà una partita importante da ambo i lati ma con obiettivi differenti. Noi cercheremo di vincere come ogni domenica anche se sappiamo che sarà molto difficile perché loro sono primi in classifica e conoscendoli, sia per il mio trascorso là, sia per la partita di andata, li considero una vera e propria armata. Noi, dal canto nostro, siamo pronti a dare battaglia».