Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa Castelli, sette gol... da Professionista!

L'undici di mister Galluzzo demolisce il Terracina: tripletta per Siclari



25a Giornata
7 - 1

MARCATORI Nohman (L) al 9’ pt e all’8’ st, Chiesa (L) al 16’ pt, Siclari (L) al 42’ pt, al 20’ st, al 39’ st, Benedetti (T) al 5’ st, La Cava (L) al 35’ st
LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, Mazzei (dal 35’ st Di Nezza), Colantoni, Traditi, Gordini, De Gol (dal 29’ st Baylon), Kosovan, Barone (23’ st La Cava), Nohman, Chiesa, Siclari PANCHINA Serpietri, Fantini, Petta, Copponi, Boldrini. ALLENATORE Galluzzo
TERRACINA Imbimbo, Baldassarre (6’ st Zeppieri), Ansalone, Botta, Benedetti, Testa (23’ st Flamini), Giglio, Rondinelli (1’ st Gurgui), Di Bartolomeo, Coquin, Castaldi PANCHINA Ferrieri, Bispuri, Marconi, Bartolomeo, Turriziani, Salati ALLENATORE Farinelli
ARBITRO Sig. Vigile di Cosenza
ASSISTENTI Sig. Santamarina di Napoli, Sig. Turiello di Napoli
NOTE Ammoniti Mazzei (L), Testa, Benedetti, Botta (T)

Image titleFinisce in goleada l’anticipo della venticinquesima giornata tra Lupa Castelli Romani e Terracina, con i padroni di casa che nonostante alcune defezioni importanti si preparano al meglio alla sfida di mercoledì, che li vedrà impegnati al Quinto Ricci di Aprilia per il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro il Monopoli. Per la gara contro il Terracina Galluzzo deve rinunciare a Icardi, bloccato a letto a causa di un attacco febbrile, e schiera dunque Tassi tra i pali, al centro della difesa il giovane Gordini al fianco di De Gol, a destra Mazzei e a sinistra Colantoni, che eredita la fascia da capitano da Baylon, seduto in panchina. Centrocampo con Barone, non al meglio della condizione, e Traditi, Chiesa si muove tra le linee del centrocampo e dell’attacco, Siclari e Kosovan si alternano sugli esterni e Nohman prende posto al centro dell’attacco. Solo panchina per Boldrini, non al meglio nei giorni scorsi per un attacco influenzale, e Petta. Pronti-via, la Lupa si dimostra immediatamente padrona del campo e costruisce diverse palle gol: prima con Kosovan, che sul bel suggerimento di Nohman trova la deviazione in corner della difesa avversaria, poi con Chiesa che scalda il piede ma non trova la giusta potenza. Al 9’ però arriva il vantaggio castellano: bella palla dalla sinistra di Colantoni, Nohman come al solito si fa trovare al posto giusto e non può sbagliare, realizzando il suo ventesimo gol stagionale. Qualche minuto più tardi Barone cambia gioco e pesca Kosovan sul filo del fuorigioco, Benedetti liscia clamorosamente il pallone e lascia il giovane ucraino castellano tutto solo davanti ad Imbimbo, ma il contropiede dei padroni di casa non ha alcun esito. Al 16’ però arriva il 2-0: lancio millimetrico di Traditi per Chiesa, che parte in posizione regolare e con una splendida giocata supera il portiere ospite. Il Terracina scompare dal campo, pur sostenuta dal tifo dei suoi sostenitori che incitano la squadra nonostante la tremenda situazione di classifica, e si fa vedere solo con un tiro da fuori di Castaldi, tra i migliori dei suoi. La Lupa gioca sul velluto, e dopo aver sfiorato il gol con Traditi passa ancora con Siclari: bella palla di Chiesa che trova Nohman nello spazio, il bomber castellano è altruista e serve in maniera pregevole Siclari, che non sbaglia. Il primo tempo si chiude sul 3-0, ma in apertura di ripresa il Terracina fa capire di non aver alzato bandiera bianca e accorcia le distanze sugli sviluppi di un corner, con il bel colpo di testa di Benedetti. Due minuti più tardi però la Lupa ristabilisce le distanze: gran palla di Colantoni per Nohman, che si sposta il pallone e realizza un gran gol, il ventunesimo per lui. Al 20’ anche Siclari si toglie lo sfizio della doppietta e realizza la quarta marcatura castellana, ancora una volta su assist del compagno di reparto Nohman. C’è spazio anche per il gol del nuovo entrato La Cava, che con un tap-in facile facile mette in rete l’ennesimo assist di Nohman, e prima del fischio finale Siclari si concede la gioia della sua prima tripletta stagionale (sono 20 ora i suoi gol in campionato), fissando il risultato sul 7-1 e portandosi a casa il pallone della gara con le firme di tutti i compagni.