Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa Castelli, successo importante tra le proteste del Sora

I padroni di casa contesteranno a lungo il calcio di rigore (generoso) concesso a Nohman nella ripresa



SORA - LUPA CASTELLI ROMANI 0-1

MARATORI Nohman rig 33'st

SORA Frasca, Maccaroni (34’ st Blandino), Cardazzi, Prata, D’Andrea, Bellucci, De Marco, Copponi, Jukic (12’ st Cruz), Soudant, De Bruno (20’ st Fischetti). PANCHINA De Robertis, Anastasio, Lombardo, Cataldi, Cestrone, Barigelli. ALLENATORE  Castiello

LUPA CASTELLI ROMANI Scarfagna, De Gol, Colantoni, Traditi (dal 28’ st Conti), Mazzei (dal 28’ pt di Nezza), Baylon, Bertoldi, Icardi, Nohman, Chiesa (dal 15’ st Boldrini), Siclari PANCHINA  Tassi, D’Orazi, Fantini, Della Ventura, Montesi, Casu ALLENATORE Casu

ARBITRO Miniutti di Maniago

ASSISTENTI Angiolillo di Orvieto, Biviglia di Foligno

NOTE Espulso al 22'st Soudant per doppia ammonizione Ammoniti D’Andrea, Copponi, Soudant, Blandino, Scarfagna, Bertoldi 

©FOTOCORTELLESSALa Lupa torna dalla trasferta di Sora portando a casa con sé tre punti pesanti, giunti al termine di una prestazione non brillante in cui gli uomini di Apuzzo hanno però dimostrato carattere e unità di intenti. Come per la gara interna contro il Budoni, tra i pali trova spazio Scarfagna. In difesa, da destra a sinistra ci sono De Gol, Mazzei, Baylon e Colantoni. Centrocampo a tre con Chiesa, Icardi e Traditi. In avanti turno di riposo per Boldrini, parte dal primo minuto il giovane Bertoldi, che fa compagnia a Siclari e Nohman. Il Sora recupera tra i pali Frasca, ma rinuncia a Cruz, inizialmente in panchina per un problema muscolare. Sono i padroni di casa a partire meglio, e si fanno vedere prima con un tiro di De Marco deviato in corner, poi con un bel contropiede di De Bruno che trova tutto solo in area Soudant, che dopo uno stop poco preciso non inquadra la porta da posizione più che favorevole. La Lupa risponde al 15’ con una punizione di Chiesa che pesca in area Nohman, il cui tiro non è preciso. Al 27’ ci prova Siclari spizzando di testa su cross di Colantoni, e lo stesso numero 11 castellano è sfortunato 3 minuti più tardi quando, dopo una bella azione di Nohman sulla destra, scarica il pallone verso la porta ma trova sulla sua strada un difensore avversario. Nel frattempo Apuzzo perde Mazzei per una botta al ginocchio e manda in campo Di Nezza, dirottando De Gol al centro della difesa. Quando mancano pochi minuti al termine del primo tempo la Lupa non approfitta di un errore della difesa avversaria: Bertoldi guadagna un buon pallone e si invola per vie centrali, e invece di servire Siclari sulla sinistra preferisce dar palla a Nohman a destra, ma l’iniziativa dell’attaccante castellano non ha fortuna. Nella ripresa il Sora manda in campo Cruz  e Apuzzo risponde gettando nella mischia Boldrini. La Lupa alza i ritmi e i padroni di casa cercano di ripartire in contropiede, ma Baylon (nella foto @Cortellessa) è attento e reattivo su Jukic. Lo stesso capitano castellano si fa vedere in avanti in occasione di una palla inattiva, e sul suo tiro la Lupa reclama un calcio di rigore per un presunto fallo di mano in area dei difensori sorani. Al 22’ il Sora perde Soudant, espulso a seguito del secondo cartellino giallo rimediato dopo un contrasto con Di Nezza, ed è costretta a giocare metà del secondo tempo in inferiorità numerica e con un Cruz a mezzo servizio, dal momento che l’attaccante brasiliano sembra accusare un problema all’adduttore. Poco dopo la mezzora, l’episodio che cambia la gara: a seguito di uno scambio in velocità con Boldrini, Nohman entra in area, salta D’Andrea ma viene atterrato da un difensore sorano. Nonostante le vibranti proteste dei padroni di casa, per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore. Dal dischetto Nohman non sbaglia e realizza il suo sesto gol in campionato. Il Sora sembra accusare il colpo e non si rende più pericoloso dalle parti di Scarfagna, mentre la Lupa ha la sola colpa di non chiudere i conti sprecando un paio di buone occasioni prima con Boldrini e poi con Siclari. Il risultato però non cambia più, e dopo 4 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine dell’incontro, permettendo ai castellani di conquistare tre punti importanti per non perdere le distanze con la capolista Ostiamare, prossima avversaria di Coppa Italia: mercoledì alle ore 15.30, infatti, i giallorossi saranno ospiti della squadra di mister Chiappara per gli ottavi di finale.