Notizie
Categorie: Nazionali

Lupa Roma, basta Ippoliti per battere la Casertana

Un gol dell'ex centrocampista della Vigor Perconti permette alla formazione di Greco di superare i campani



30a Giornata
1 - 0

MARCATORI 11’pt Ippoliti 

LUPA ROMA Bolletta 6, Masotina 6, Spuntarelli 6.5, Blasi 6.5, Falanga 6, Lazazzera 6.5, Cucciari 6.5 (27’st Pirazzi 6), Sagnotti 6.5 (41’st Cesaretti sv), Semprini 6.5 (18’st Taranto 5.5), Ippoliti 7, Montecchiari 7 PANCHINA Cianfriglia, Faraone, Colicchio, Ottavi ALLENATORE Greco 

CASERTANA Manzi 5.5, Stellato 5.5 (7’st Di Fonzo 5.5), Senzio 5.5, Guglielmo 6, Liguori 5.5 (33’pt Marra 6), Croj 6, Fonzino 6, Kuseta 6.5, De Filippo 6, Esposito 6.5 (40’st Di Ronza sv), Ginestra 5.5 PANCHINA Vilone, Zanfardino, Sobral, Qehajaj ALLENATORE Romaniello 

ARBITRO Velocci di Frosinone, 6 

NOTE Ammoniti De Filippo, Marra Angoli 3-1 Fuorigioco 4-3 Rec 1’pt - 6’st

Francesco Ippoliti (foto D'Epifanio/Lupa Roma)Davvero poche emozioni al Francesca Gianni nel turno infrasettimanale della 30^ giornata. La Lupa Roma s’impone sulla Casertana grazie alla rete messa a segno da Ippoliti nella prima frazione di gioco. Una partita spenta che ha visto i portieri di entrambe le formazioni impegnati pochissimo durante tutto il corso dei novanta minuti e che consegna i tre punti ai capitolini che rimangono in corsa per la lotta al quarto posto. Il primo tempo è un po’ più vivace rispetto alla ripresa. La tattica di mister Greco è chiara sin dai primissimi minuti di gioco: difesa alta, velocità di palleggio e pressing asfissiante sugli avversari, ma soprattutto la volontà di portarsi in vantaggio sin da subito. Da una delle prime palle recuperate grazie al pressing portato sui difensori, i padroni di casa costruiscono la prima occasione da gol: la rimessa laterale conquistata in zona d’attacco è battuta da Spuntarelli direttamente verso l’area di rigore, Cucciari aggancia bene ma conclude debolmente verso la porta. All’11’ i capitolini riescono a sbloccare la partita grazie ad una leggerezza del portiere avversario, che non trattiene un cross basso proveniente dalla destra lasciando la possibilità ad Ippoliti di approfittarne e di portare i suoi in vantaggio. Si mette subito in discesa la partita per i padroni di casa. Dopo una manciata di minuti Semprini va vicino al raddoppio grazie ad un colpo di testa da un cross dalla bandierina che però termina alto sopra la traversa. Al 23’ gli ospiti reclamano un rigore per un presunto fallo di mano su un cross proveniente dalla sinistra, il direttore di gara però non ravvisa il tocco e lascia proseguire. La squadra di Greco vorrebbe portarsi all’intervallo sul doppio vantaggio per gestire poi nella ripresa, ma una bella azione di Cucciari ed Ippoliti è sprecata da Semprini che calcia alto da buona posizione. Così le squadre vanno al riposo sull’1-0. Nella ripresa la partita si addormenta e non succede praticamente nulla. Nei primissimi minuti di gioco, attimi di panico sia in campo che in tribuna a causa di un malore che ha colpito Stellato, accasciatosi al suolo e portato via in condizioni di sicurezza dall’ambulanza. Alla ripresa del gioco le due formazioni combinano veramente poco e i due estremi difensori non devono far altro che assistere alla partita. Gli unici due pericoli li crea la Casertana, che non molla fino all’ultimo e cerca in tutti i modi di trovare la via per scardinare la retroguardia avversaria. Al 23’ un gran lancio di Kuseta mette davanti al portiere Fonzino, il quale prova un tocco sotto di sinistro per anticipare il difensore e beffare il portiere avversario, ma la sua conclusione finisce fuori. Nel corso dei minuti di recupero assegnati dal Signor Velocci di Frosinone, Guglielmo prova il gran tiro dalla distanza ma la palla termina di poco fuori alla destra del palo e si spegne sul fondo. Risultato che rimane invariato fino al triplice fischio e che permette ai capitolini di tornare alla vittoria dopo tre giornate in cui avevano ottenuto solo due sconfitte e un pareggio.