Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

Lupa Roma, in porta preso Michele Mangiapelo

Il club di Alberto Cerrai mette a segno il settimo colpo: arriva l'estremo difensore ex Grosseto, Frosinone, Isola Liri, Rieti e Sampdoria



Michele Mangiapelo @ D'Epifanio - Lupa Roma FCll calciomercato in entrata continua ad essere protagonista in questi giorni in casa Lupa Roma tra nuove ufficialità e rinnovi. Dopo aver completato gli innesti di D’Agostino, Quadri, Sfanò, Neri, Massella e Locci, il Presidente Cerrai mette a segno un altro colpo: è ufficiale infatti l’arrivo dell’estremo difensore classe 1986 Michele Mangiapelo, che nella passata stagione ha militato in Lega Pro con la maglia del Grosseto. Diverse esperienze nel professionismo per l’estremo difensore nato ad Alatri che in carriera ha giocato con Grosseto (in Serie B e in Lega Pro), Frosinone (C1), Isola Liri (C2), Rieti (due stagioni in C2) e Sampdoria. 

“La Lupa Roma FC è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo con il portiere classe 1986 Michele Mangiapelo. Il calciatore è già a disposizione di mister Cucciari per il ritiro estivo in preparazione del primo impegno ufficiale della Coppa Italia di Lega Pro”. 

Michele Mangiapelo alla Lupa Roma: cosa ti ha portato a scegliere questa società?

“E’ una possibilità importante per me avere l’opportunità di mettermi in luce sempre in un campionato di livello come quello di Lega Pro. Mi hanno parlato molto bene di questa società che considero seria ed organizzata”. 

Nel 2005-2006 sei stato alla Sampdoria e nel 2010-2011 hai collezionato 7 presenze in Serie B con il Grosseto: cosa ricordi di queste due esperienze?

“Sono state due esperienze importanti. Alla Sampdoria ho fatto settore giovanile e spesso mi allenavo con la prima squadra. C’erano Antonioli e Turci come portieri con mister Novellino in panchina. Tra l’altro ricordo anche che mister Cucciari faceva parte della Sampdoria come giocatore e ora lo ritrovo con piacere da tecnico. A Grosseto invece ho vissuto un’esperienza fissa in prima squadra e ho ottimi ricordi sia della città che della società”. 

L’anno scorso in Lega Pro sei riuscito a respingere ben 4 rigori su 6: speri di poterti ripetere anche quest’anno? Quale gara ti è rimasta maggiormente impressa?

“Sicuramente la gara Grosseto-Reggiana dove mi capitò di parare ben due rigori nella stessa partita. Ripetermi ancora? Ci proverò ovviamente, spero di avere anche quel pizzico di fortuna che mi ha permesso di pararne più del 50%”.