Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

Lupa Roma, Tulli non basta. La Casertana è terza

Sconfitta immeritata per la formazione di Cucciari, trascinata da una doppietta dell'attaccante. I campani la spuntano 3-2 grazie a Cissé (2) e Mancosu, conquistando tre punti pesanti per la classifica



CASERTANA - LUA ROMA        3-2

MARCATORI 9’pt, 41’st Cisse’ (C), 22’pt Mancosu (C), 39’pt, 27’st Tulli (L). 

CASERTANA Fumagalli, Idda, Bianco, Rajcic, D’Alterio, Mattera, Mancosu (22’stTito), Marano, Caccavallo (32’st Cunzi), Mancino (c) (17’stAgodirin), Cisse’  PANCHINA D’Agostino,Antonazzo, Carrus, Ricciardo ALLENATORE Campilongo 

LUPAROMA Rossi, Frabotta (42’st Tajarol), Celli, Capodaglio, Conson,Pasqualoni, Bariti, Raffaello (c), Del Sorbo, Margarita (24’stCerrai), Tulli. PANCHINA Santi, Curcio, Martorelli,Santarelli, Mastropietro ALLENATORE Cucciari. 

ARBITRO Catona di Reggio Calabria.ASSISTENTI Evoli di Bologna e Marchi di Bologna. 

NOTE Ammoniti Celli (L), Mancino (C), Del Sorbo (L), Rossi (L),Cisse’ (C), Agodirin (C). Angoli 3-2 Rec. 0’pt, 4’st.  


Tulli, Lupa Roma © AlfanoI fischi di paura dell’intero stadio “Pinto” di Caserta sono la miglior immagine per descrivere l’andamento di un match che la Lupa Roma avrebbe ampiamente meritato di pareggiare. Una prova maiuscola da parte della formazione di Cucciari che mette in mostra qualità, carattere e un grande cuore nonostante si trovasse di fronte ad una Casertana in piena lotta play-off che, al termine del match, si porta a quota 54 diventando la terza forza solitaria del campionato alle spalle di Salernitana e Benevento.

La Lupa Roma parte bene tenendo un buon possesso palla senza però riuscire a creare grandi pericoli dalle parti di Fumagalli. Al 9’si sblocca subito il match: conclusione velenosa di Mancino, respinta corta di Rossi e Cissè, in evidente posizione di fuorigioco non segnalata dall’assistente dell’arbitro, insacca a porta completamente vuota. La Lupa Roma cerca di reagire portandosi nella metà campo locale ma al minuto 22 arriva il raddoppio della Casertana: grave errore in disimpegno di Diego Conson che favorisce il contropiede solitario di Mancosu che, solo davanti a Rossi, lo fredda realizzando il 2-0. La Lupa Roma accusa il colpo e nel giro di due minuti rischia di capitolare per ben due volte: al 26’ su calcio di punizione di Bianco che, grazie alla provvidenziale deviazione di Rossi, termina sull’incrocio dei pali; al 27’ sugli sviluppi del susseguente calcio d’angolo è Mancosu a saltare più in alto di tutti colpendo una clamorosa traversa a Rossi battuto. La Lupa Roma rischia di crollare ma si rialza al 39’ sfruttando molto bene un perfetto schema su calcio di punizione: Capodaglio pennella di sinistro, Pasqualoni sul secondo palo fa sponda di testa e Tulli, da posizione ravvicinata, insacca sempre di testa per la rete dell’1-2 che riapre la gara. Al 42’ clamorosa occasione in contropiede per la Lupa Roma con Margarita che, involatosi solitario verso la porta avversaria, calcia di destro con Fumagalli che salva tutto.

Si chiude il primo tempo con la Casertana in vantaggio per 2-1 sulla Lupa Roma e nella ripresa la squadra di Cucciari tiene un maggior possesso palla stazionando in modo fisso nella metà campo della compagine di Campilongo. Il punteggio resta invariato e i due tecnici cercano di cambiare qualcosa: Campilongo inserisce Agodirin e Tito in luogo di Mancino e Mancosu mentre Cucciari toglie Margarita favorendo l’ingresso di Cerrai. Al 27’ arriva il meritatissimo pareggio della Lupa Roma: Raffaello serve in profondità Capodaglio, cross meraviglioso di sinistro per la testa di Tulli che svetta più in alto del diretto avversario battendo per la seconda volta Fumagalli. Doppietta personale di Alessandro Tulli, al 3° gol nelle ultime 2 giornate di campionato. La Casertana non ci sta e al 31’ sfiora il nuovo vantaggio con un cross proveniente dalla sinistra che entra in area di rigore e un provvidenziale Celli che salva su Agodirin. Al 41’ la Casertana riesce però nuovamente a trovare la rete del vantaggio con Cisse’che, vincendo un paio di rimpalli al limite dell’area, riesce ad incunearsi all’interno degli 11 metri e batte Rossi con un preciso piatto destro. Nel finale la Lupa Roma cerca in tutti i modi di pervenire al pareggio ma dopo 4 minuti di recupero l’arbitro mette fine all’incontro con la Casertana che batte 3-2 un’ottima Lupa Roma. Esce a testa alta la formazione di Cucciari che resta a quota 33 punti ed ospiterà domenica al Quinto Ricci di Aprilia alle 14,30 la Juve Stabia.