Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa, sarà la volta buona? Fondi, esame di maturità

Una vittoria dei castellani e contemporaneamente un non successo della Viterbese vorrebbe dire Lega Pro; il team di Pochesci impegnato invece nell'importante sfida in casa dell'Olbia



PalestrinaGirone G. Sarà la volta buona per la Lupa Castelli Romani? Se il team di Galluzzo domenica riuscisse ad aggiudicarsi il match che lo vede contrapposto all’Isola Liri e contemporaneamente la Viterbese non dovesse vincere contro il Palestrina i castellani potrebbero festeggiare con tre turni d’anticipo la promozione in Lega Pro. Difficile ma non impossibile, ma la Lupa dovrà piuttosto pensare a se stessa dato che sono ben tre turni che non riesce a fare bottino pieno, e a farle visita ci sarà un’Isola Liri alla disperata ricerca di punti. La stessa Viterbese dovrà stare attenta: all’”Enrico Rocchi” arriva il Palestrina, una tra le squadre più in forma del momento reduce da una vittoria schiacciante ottenuta contro il Selargius. Attenzione ai massimi livelli quindi per gli uomini di Attilio Gregori, il quale dovrà inoltre fare i conti con un reparto offensivo a reinventare date le squalifiche di Pippi e Saraniti. Il San Cesareo invece cercherà di ritrovare se stesso nel match casalingo contro la Nuorese: solo una vittoria negli ultimi due mesi per i rossoblu, ottenuta tra l’altro in casa contro il fanalino di coda Anziolavinio, nuvole grigie sorvolano il futuro del club ma intanto bisogna cercare di respingere gli assalti di un’Ostiamare decisa a riscattarsi dopo la contestata sconfitta rimediata in casa contro il Budoni. L’undici biancoviola andrà a fare visita al Sora, che nel turno scorso ha trovato battendo per 3-1 l’Anziolavinio la prima vittoria della gestione Buccili, squadra alla quale mancano oramai pochi punti per avere la certezza matematica di essere salvi. Il Fondi è invece impegnato in un’importantissima prova di maturità in casa dell’Olbia: è uno scontro diretto che vale il quinto posto in classifica ed i pontini, autori di un girone di ritorno da applausi, sono richiamati alla massima concentrazione. L’Aprilia praticamente salva andrà a fare visita in Sardegna ad un’Arzachena che sogna i playoff, ed anche l’Astrea dovrà attraversare il mare per cercare di cogliere degli importanti punti salvezza in casa de Budoni. Sulla carta tutto facile invece per il Cynthia che farà visita al Terracina con i tigrotti ormai sicuri dalla scorsa giornata di essere matematicamente retrocessi, mentre l’Anziolavinio ultimo in classifica andrà a fare visita al Selargius di Karel Zeman a cui urgono disperatamente punti per sperare ancora nella salvezza.
Rieti impegnato in casa della TrestinaGirone E. Il Rieti è impegnato in casa della penultima in classifica, la Trestina, e pare difficile che la squadra di Beoni possa rosicchiare punti alle prime due della classe, ovvero Siena e Poggibonsi, attese da match sulla carta estremamente abbordabili, ma invece si potrebbe allungare sulle inseguitrici poiché le quattro squadre che seguono i reatini sono tutte impegnate ad affrontarsi fra di loro. Da questo incrociarsi delle squadre comprese tra il quarto ed il settimo posto potrebbe trarne vantaggio anche la Virtus Flaminia, che potrebbe rientrare nella lotta ai playoff dovesse essa tornare alla vittoria nella non comunque facile sfida che l’attende contro il San Giovanni Valdarno.