Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Magia Soudant! Il Sora stende la Viterbese al Tomei

La compagine gialloblu subisce la prima sconfitta dell'era Ferazzoli: grandissima prova dei bianconeri



8a Giornata - 26 ott 2014
1 - 0

MARCATORI Soudant 16’pt
SORA Frasca, Maccaroni, Berardi (44'pt Cardazzi), De Bruno, D’Andrea Bellucci, Prata, Blandino, Jukic, Soundant, Simoncelli (16'st Cataldi) PANCHINA De Robertis, Lombardo, Anastasio, Cestrone, Copponi, Barigelli, Fischetti ALLENATORE Castiello
VITERBESE Fadda, Pacciardi, Perocchi, Scardala (29’st Giannone), Gimmelli, Nuvoli, Faenzi, Spinelli (12’st Pippi), Saraniti, Morini, Pero Nullo (1'st Angelilli) PANCHINA Zonfrilli, Turiz, Cirina, Neglia, Pingitore, Dalmazi ALLENATORE Ferazzoli.
ARBITRO Curti di Milano
NOTE Espulso al 29’st Blandino (S) ed al 47’st Pacciardi (V) Ammoniti Pacciardi, Pero Nullo, D’Andrea, Simoncelli, Berardi Rec. 3’pt – 6’st  

Image titleVittoria importantissima per il Sora di mister Castiello che contro ogni pronostico porta a casa i tre punti contro la corazzata Viterbese e ritrova la vittoria che mancava dalla quarta giornata di campionato. La partita era delicata e il team di Ferazzoli lo sapeva, ma con le vittorie di Ostia e Lupa Castelli adesso non si può più sbagliare se l’intenzione è quella di lottare per il primo posto in campionato. Dopo il fischio iniziale del sig. Curti di Milano i padroni di casa si portano in vantaggio con una magia di Soudant che al 16’ illumina il Tomei con una punizione perfetta e per Fadda non c’è niente da fare: 1-0. La Viterbese non ci sta e prova a reagire circa dieci minuti dopo con una buona conclusione di Pero Nullo, ma Frasca c’è e respinge la sfera. Il Sora si difende bene, ci mette il cuore, anzi ci mette il muro e in difesa non si passa. Nella ripresa Ferazzoli inserisce nella mischia Pippi per Spinelli e l’attaccante per poco non trova il pareggio con un buon colpo di testa, neutralizzato ancora una volta da un super Frasca. Continua così il forcing finale della Viterbese alla ricerca dell’1-1, ma il Sora stringe i denti e resiste fino al fischio finale dell’arbitro.