Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Main Round, l'Italia non brilla ma supera la Bielorussia

La squadra di Menichelli batte di misura la nazionale di Ignatik. Se alle 19 la Polonia non batterà la Finlandia, gli azzurri saranno già ad Euro 2016



BIELORUSSIA-ITALIA 1-2 (0-1 p.t.)   


MARCATORI
14'58'' p.t. aut. Gayduk (B), 8'19'' s.t. Giasson (I), 16'35'' Chernik (B) 

BIELORUSSIA Churylin, Olshevski, Lushkovski, Rabyka, Popov, Goncharov, Los, Chernik, Aleinikov, Podalinski, Cherneyko, Gayduk, Zhigalko, Stremilov CT Ignatik 

ITALIA Mammarella, Ercolessi, Lima, Patias, Merlim, Romano, Schininà, Honorio, De Luca, Fortino, Canal, Giasson, Murilo, Miarelli CT Menichelli 

NOTE Ammoniti Ercolessi 

ARBITRI Admir Zahovic (Slovenia), Borut Sivic (Slovenia), Eduardo Jose Fernandes Coelho (Portogallo) CRONO Damian Jaruchiewicz (Polonia)   


Honorio e Lima esultano dopo la rete che ha sbloccato il match (Foto © Cassella/Divisione Calcio a 5)L’Italia supera senza brillare la Bielorussia 2-1 e centra il secondo successo in questo Main Round. Una vittoria che potrebbe già regalare agli azzurri la qualificazione agli Europei del prossimo anno. Tutto dipenderà dalla sfida di stasera tra Polonia e Finlandia. Se i padroni di casa polacchi non dovessero vincere, infatti, l’Italia sarebbe già certa della prima posizione.   


La gara. Come da copione, l’Italia parte subito in avanti e arriva il tiro con Merlin, che da buona posizione calcia alto. Risponde la Bielorussia con Olshevski, cha manda di poco sul fondo, mentre al 7’ è De Luca a mancare di poco lo specchio. In avvio, però, il primo vero pericolo lo costruisce la Bielorussia con Gayduk, che costringe Mammarella alla grande parata in uscita bassa. A metà tempo cresce l’Italia, che pur non riuscendo a manovrare con grande fluidità, inizia ad arrivare con costanza alla conclusione. Ci provano Patias e due volte Ercolessi. Al 15’ ci prova anche Lima al volo, con la sfera che termina di un soffio sul fondo. Passano pochi minuti e l’Italia sblocca il match: corner di Honorio, deviazione di Gayduk che mette fuori causa Churylin e palla in fondo al sacco. Il gol scioglie l’Italia, che negli ultimi minuti si fa vedere al tiro con Romano, Lima e Fortino, ma il risultato non cambia. Nella ripresa parte in avanti la Bielorussia: incursione sulla sinistra di Olshevski, palla al centro dell’area e Patias, nel tentativo di liberare, manda la sfera contro il palo, mentre sul capovolgimento di fronte è lo stesso Patias a calciare sul fondo da buona posizione. Nonostante il vantaggio, l’Italia è imprecisa e al 7’ la formazione di Ignatik va vicinissima al pareggio: botta dal limite di Podalinski e grandissimo intervento in tuffo di Mammarella. Passano due minuti e gli azzurri raddoppiano: diagonale di Lima, respinta di Churylin e palla che colpisce Giasson, termina contro il palo e torna tra i piedi dell’azzurro che appoggia a porta vuota. Al 10’ Fortino centra in pieno l’incrocio dei pali, mentre la Bielorussia non sembra voler rischiare per riaprire la sfida. Al 17’, però, arriva inattesa la rete che dimezza lo svantaggio. Punizione di Chernik e deviazione decisiva di Honorio, che inganna Mammarella. Nel finale l’Italia addormenta la partita, complice anche una Bielorussia, che non prova mai ad alzare la pressione e si accontenta di perdere con il minimo scarto.