Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Mambrini:"La Sampdoria è davvero tanta roba..."

L'attaccante classe '97 lascia il Città di Fiumicino e vola alla corte di Enrico Chiesa, tecnico della Primavera blucerchiata



MambriniContinuerà a segnare vicino al mare, Lorenzo Mambrini, soltanto un po' più a nord. Il bomber nativo di Ostia giocherà nella Primavera della Sampdoria, da qui fino al termine della stagione. Poi, per il futuro, si vedrà. Mambrini è uno dei migliori prospetti classe '97, un'annata che nel Lazio non ha sfornato moltissimo. Partito dall'Ostia Mare si mise in luce con la maglietta della Tor Tre Tre Teste (nei Giovanissimi con Alessandro Di Nunno, arrivando in finale contro il Ladispoli) prima di tornare in biancoviola, dove arriverà con la maglia degli Allievi all'ultimo atto per il titolo, perdendo però poi con il Savio ai rigori. Poi, in estate, la scelta di legarsi al Città di Fiumicino che, lo stesso giocatore, definisce decisiva per il suo salto nel professionismo. Attaccante molto mobile e che vede discretamente la porta, col tempo è riuscito anche a far valere un fisico non da Corazziere, giocando con continuità in Eccellenza. Ora, però, la musica cambia. Lo abbiamo intercettato sul treno mentre sta raggiungendo Genova.


Lorenzo, qual'è la tua prima impressione per questo salto? "Beh, la Sampdoria è tanta roba. Giocare nel professionismo è un sogno che si realizza da quando ero bambino".

Ci sono state altre squadre che hanno cercato di contattarti? "Sì, avevo fatto un provino con il Vicenza, ma alla fine non è successo nulla e sono tornato a Fiumicino".

Ora hai una grandissima opportunità da sfruttare, ringraziamenti? "Voglio ringraziare tutto il Città di Fiumicino che mi ha dato la possibilità di crescere molto. Tutta la società, da Chierca a Mazzocchitti passando per mister Scuderi. Ringrazio anche Stefano Somma che si è adoperato molto per il mio passaggio in blucerchiato"

Alla Sampdoria sarai allenato da Chiesa e Bellucci due attaccanti ai quali rubare segreti..."Sicuramente, loro sono stati due grandi attaccanti in Serie A e come caratteristiche forse siamo anche simili. Al momento però il mio unico pensiero è impegnarmi e cercare di far bene giorno dopo giorno".