Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Manchester United Premier Cup: la Roma tra le venti finaliste della fase mondiale

I giallorossi di Coppitelli sfideranno le migliori selezioni classe 1999. In palio la finalissima all'Old Trafford



La Roma Giovanissimi © Gazzetta RegionaleL'avventura è iniziata. La Roma di Federico Coppitelli, campione d'Italia in carica e vincitrice, lo scorso marzo, della fase finale italiana, è partita stamattina alla volta di Manchester, dove disputerà l'ultimo atto della Manchester United Premier Cup, un vero e proprio Mondiale Under 15 per club. La formazione giallorossa si è guadagnata il diritto di sfidare le altre diciannove finaliste e domani pomeriggio, dopo la cerimonia di apertura, conoscerà i primi avversari che troverà sulla sua strada. Oltre ai padroni di casa, che organizzano la kermesse sponsorizzata Nike, i '99 capitolini potrebbero affrontare Chelsea, Valencia, Feyenoord, Hertha Berlino, Sturm Graz, Dinamo Mosca e Malmo, in caso di sfidante europea. Oppure gli accoppiamenti potrebbero riservare un avversario dal fascino particolare: nel lotto delle partecipanti ci sono anche i brasiliani dell'Internacional e gli argentini del Rosario, i messicani del Tigres, gli statunitensi del Weston, i tunisini dell'Esperance Sportive e i sudafricani del Mamelodi Sundowns. Ma anche l'estremo oriente, come i tailandesi dell'Assumption Thonburi, i cinesi del Shandong Luneng, i coreni del Joondong, i giapponesi delle Sanfrecce Hiroshima e i neozelandesi del Waitakere City. 

Un torneo unico nel suo genere, come unica è l'occasione per questi ragazzi di mettesi in mostra sul palcoscenico più prestigioso del pianeta. Sono tantissimi i campioni di oggi che sono scesi in campo nelle precedenti venti edizioni. Uno su tutti il Chicharito Hernandez, attaccante del Manchester United, che è stato scoperto dagli osservatori inglesi proprio in occasione della sua partecipazione con il Chivas, squadra messicana che al tempo vinse il titolo. Oggi il viaggio, domani il sorteggio, mercoledì il via. La Roma c'è, e conoscendo Federico Coppitelli e la sua squadra c'è da scommettere che non sono partiti per l'Inghilterra per recitare il ruolo delle comparse.