Notizie
Categorie: Dilettanti

Marco Di Gregorio è il nuovo acquisto dell'Eretum

La formazione eretina ufficializza l'ex giocatore della Juniores del Monterotondo



Marco Di GregorioMarco Di Gregorio classe 1995 è un nuovo acquisto dell’Eretum. Dopo la firma e le foto di rito con la dirigenza eretina e con Mister Di Nicola, abbiamo raccolto le sue prime emozioni.


Marco benvenuto tra noi. Fatti conoscere dai tuoi nuovi compagni di squadra e dai tifosi.

"Grazie a tutti per l’accoglienza sono veramente contento e stupito di tutto questo calore. Sono un difensore centrale del 1995, all’ occorrenza mi adatto anche nel ruolo di terzino. Ho iniziato la mia carriera calcistica nel settore giovanile del Savio per tre anni per poi trasferirmi al Tor Sapienza. L’anno successivo sono passato al Città di Monterotondo dove ho disputato il campionato Juniores sotto età. Dopo questa esperienza sono passato al Monterotondo Calcio con il quale ho disputato la stagione con la Juniores Regionali ed ho avuto anche il piacere di esordire in Eccellenza".


Cosa spinge un giovane come te a vestire la maglia dell'Eretum?

"Vestire la maglia dell'Eretum è una sfida che intraprendo con me stesso ogni anno calcistico e che voglio assolutamente vincere. Ho deciso di firmare per questa società perchè ritengo sia l'ambiente ideale per vincere, per crescere calcisticamente e per togliermi tante soddisfazioni personali e di squadra. Importante nella mia decisione è stata la presenza in squadra di giocatori che conosco e stimo molto come Stefano Santarelli e Andrea Agnolet".


Cosa ti aspetti da questa stagione?

"Da questa stagione mi aspetto in primis tanti successi, sperando che sia l'anno giusto per ottenere il salto di categoria che in questi ultimi anni è stato sempre molto vicino. Personalmente mi metto a completa disposizione del mister cercando di dare il massimo in ogni singolo allenamento per essere importante in questa squadra. Voglio togliermi tante soddisfazioni e divertirmi con l'obiettivo principale che è quello di fare il bene della squadra. I successi personali sono solo una conseguenza di tutto ciò".


Conoscevi già l'Eretum? Quali sono le tue impressioni su questa società?

"Assolutamente si che conoscevo l'Eretum. Sono nato e cresciuto a Monterotondo e questa è diventata da molti anni una realtà calcistica importante nel panorama eretino e non solo. Le mie impressioni esterne sono state sempre positive. Si vede che l'Eretum è un ambiente travolgente, contornato da dirigenza e tifosi che mettono a disposizione tanta passione e voglia di vivere calcio. E ripeto queste sono soltanto le mie sensazione da esterno. Non oso immaginare e non vedo l'ora di iniziare la stagione per iniziare a vivere tutto questo".


Una promessa per i tuoi nuovi tifosi?

"Io sono un Eretino e tifoso di Monterotondo. Quindi non posso che non essere che un tifoso dell'Eretum. Gioco nella squadra del mio paese e non c'è responsabilità più bella di questa. Per questo la mia promessa ai tifosi è di mettere in campo la passione per questa città, uscendo sempre con la maglietta bagnata di sudore per cercare di toglierci insieme più soddisfazioni possibili".