Notizie
Categorie: Dilettanti

Mari (Cocciano Frascati):"Non giocheremo solo per la salvezza"

Il presidente della formazione castellana fa un bilancio della stagione appena trascorsa che ha riportato il club nel terzo campionato regionale



Andrea MariIl 30 giugno si è ufficialmente chiusa la stagione 2014-15. Un’annata certamente positiva per la Gioc Cocciano Frascati sia a livello di prima squadra, con il ritorno in Prima Categoria dopo diversi anni e dopo una bellissima cavalcata in campionato, sia a livello di settore giovanile agonistico e (in special modo) pre-agonistico. "Siamo certamente soddisfatti per l’anno che si è appena chiuso – dice il presidente Andrea Mari – e per questo voglio ringraziare tutti i giocatori, i vari tecnici, i dirigenti e anche i genitori dei ragazzi, soprattutto quelli più piccoli, per la collaborazione prestata e per il fatto di averci scelto. Oltre ai risultati ottenuti sul campo dalla nostra prima squadra, vanno segnalati pure gli ottimi piazzamenti delle varie selezioni nella Coppa Disciplina: l’aspetto dell’educazione e del rispetto degli avversari e dell’arbitro è uno dei punti fondanti del nostro club. A livello di Scuola calcio abbiamo riscontrato un’ulteriore crescita numerica e qualitativa e da questo punto di vista l’affiliazione con il Perugia non può che aiutarci a migliorare ancora". Il presidente lancia già uno sguardo a quello che sarà la prossima stagione. "Con la Prima categoria, che sarà guidata dal confermatissimo Tiziano Giovannelli, non puntiamo ad una semplice salvezza – dice Mari – Possiamo fare un ottimo campionato: manterremo l’ossatura della squadra dello scorso anno aggiugendo alcuni nuovi elementi, soprattutto giovani con esperienza in categorie superiori. Abbiamo già stilato lo staff tecnico del settore giovanile agonistico che, assieme alla prima squadra, vedrà come dirigente responsabile Fabio Stella. La responsabilità sulla Scuola calcio (anche da quel punto di vista lo staff tecnico è già quasi definito, ndr) la prenderà ufficialmente Angelo Mandolesi". E proprio Mandolesi non nasconde l’onore, ma anche l’onere, di guidare una Scuola calcio sempre più di qualità che da questa stagione si legherà alla Academy del Perugia. "Come ogni stagione, questo sarà un anno zero per noi nel senso che cercheremo di intensificare ancora il lavoro sul nostro settore di base. Ai genitori dei nostri ragazzi dico di sceglierci non solo per tutto quello che comporterà il rapporto col Perugia, ma per premiare le tante iniziative che abbiamo in programma. Tra le novità – conclude Mandolesi - ci sarà la presenza costante per la Scuola calcio di un prepatore dei portieri come Stefano Verdelli, di un coordinatore motorio come Matteo Russo e di una psicologa come Anna Giulia Pirrera"