Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Mario Apuzzo torna a Genzano e strappa la vittoria: doppio Siclari e la Lupa Castelli va! Cynthia al tappeto

L'ex attaccante del San Cesareo punisce per due volte l'estremo difensore di casa e regala ai suoi i primi tre punti della stagione



CYNTHIA - LUPA CASTELLI ROMANI 0-2

MARCATORI Siclari (L) 48’pt e 42'st

CYNTHIA Serpietri, Rausa , Carta, Bellini (11’st Tabarini), Leccese, Bagaglini, Di Bartolomeo, Vignolo, Alonzi (12’st Laghigna), Errico, Peressini PANCHINA Scarsella, Tabascio, Le Rose, Bispuri, Rosella, Martena, Laghigna, Marchetti, Tabarini ALLENATORE Rughetti

LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, De Gol, Colantoni, Della Ventura 6 (19’st Chiesa), Gordini, Baylon, Bertoldi, Fantini, Nohman, Conti, Siclari PANCHINA Scarfagna, Galluzzo, Ferri, Di Nezza, Fiore, Montesi, Chiesa, Tranchitella, Icardi ALLENATORE Apuzzo 

ARBITRO Loprete di Catanzaro

ASSISTENTI Fontemurato di Roma 2, Carbonari di Roma 1

NOTE Espulso De Gol (L) al 22’st per doppia ammonizione e Carta (C) al 35’st per doppia  ammonizione Ammoniti Gordini, Vignolo, Della Ventura, Errico, Bagaglini, Chiesa, Scarsella, Conti Rec. 1’pt – 5’st


Eccola qui la prima vittoria in campionato per la Lupa Castelli Romani del presidente Virzi, che in quel di Genzano non perdona il Cynthia e porta a casa i primi tre punti stagionali. Un successo dal sapore speciale per i vari ex di turno, ovvero Baylon, Bertoldi ma soprattutto per il tecnico Mario Apuzzo che torna al “Comunale” da avversario e strappa il bottino pieno in una gara tutt’altro che bella, scandita da tanto nervosismo (due espulsi e otto ammoniti) e continue interruzioni. 

Prima vittoria stagionale per la Lupa ©GAZZETTAREGIONALELa gara. Pronti – via e la prima occasione è di marca ospite con una buona conclusione del numero 8 Fantini che impegna Serpietri alla respinta già dopo tre minuti di gioco. La partita è equilibrata fin da subito e la risposta dei padroni di casa arriva al 6’ con un gran siluro di Errico dai 30 metri con il pallone che sfiora l’incrocio dei pali. E’ un continuo botta e risposta, la partita è molto divertente: calcio di punizione all’altezza della bandierina affidato a Colantoni. Grande palla al centro per Siclari che salta in completa solitudine al centro dell’area ma non impatta bene la sfera e l’occasione sfuma. Il match, piacevole inizialmente, si va innervosendo con il passare dei minuti e lo spettacolo ne risente parecchio tanto che dovremmo aspettare parecchio prima di rivedere un tiro in porta: siamo al 44’, Peressini appostato al limite senza particolare pressione, arriva al tiro ma la conclusione rasoterra non impensierisce Tassi che blocca in presa bassa. Il primo tempo ormai sembra chiuso, la partita non sembra volersi schiodare dallo 0-0, ma in pieno recupero la Lupa Castelli Romani si porta in vantaggio: cross dalla destra, Siclari colpisce di testa in piena solitudine a centroarea e insacca lo 0-1 (male Serpietri nella circostanza) per la gioia di Mario Apuzzo. Neanche il tempo di mettere il pallone al centro che l’arbitro manda tutti negli spogliatoi: un gol pesantissimo quello messo a segno dalla Lupa Castelli, che a inizio ripresa si renderà pericolosa con una bella punizione di Nohman con il portiere di casa che questa volta vola e respinge la conclusione. Il Cynthia però non vuole mollare e al 15’ sfiora il pareggio: ottimo spunto sulla sinistra di Di Battista che serve al centro Peressini che a ridosso dell’area piccola controlla e conclude, ma Tassi para e dice no. Adesso è un momento delicato per gli ospiti e l’arbitro non faciliterà certo le cose: al 22’, infatti, De Gol si farà espellere lasciando la Lupa con un uomo in meno per più di venti minuti. E’ la goccia che fa traboccare il vaso, ogni fallo è una scusa per creare una mischia e la superiorità numerica dei padroni di casa durerà poco più di dieci minuti, poiché il direttore di gara manderà anzitempo negli spogliatoi il terzino sinistro Carta. Al “Comunale” praticamente non si gioca più, il Cynthia generosamente cerca l’arrembaggio finale ma, come spesso capita in questi casi, prende gol in contropiede: al 42’, Chiesa imbecca con un ottimo pallone Siclari che dalla destra converge al centro e solo davanti al portiere non sbaglia. Palla sotto l’incrocio e 2-0: Cynthia al tappeto.