Notizie
Categorie: Altri sport

Mascherucci terzo nel trofeo internazionale “Coppa di Spagna”

Un'altra medaglia internazionale per il Judo Frascati



Mascherucci con la medagliaNon c’è respiro per il Judo Energon Esco Frascati. La società del presidente e maestro Nicola Moraci, dopo aver festeggiato i successi internazionali della giovane Cadetta Flavia Favorini, nello scorso fine settimana ha applaudito le gesta del più esperto Roberto Mascherucci, 44enne atleta frascatano che si è piazzato al terzo posto del prestigioso trofeo internazionale “Coppa di Spagna” dedicato alla categoria Master e disputato a Barcellona. Una competizione che ha messo di fronte alcuni dei migliori judoka del “vecchio continente”, ma Mascherucci (categoria 66 kg) ha combattuto a testa alta pur iniziando con un passo falso (sconfitta contro un atleta spagnolo). Nei successivi match l’atleta del Judo Frascati ha battuto un portoghese, ha sfiorato la vittoria con un francese che si è poi aggiudicato l’oro e infine si è guadagnato il terzo posto finale sconfiggendo un altro spagnolo. Eppure Mascherucci non sembra completamente soddisfatto: "Non mi sono potuto allenare nel modo giusto a causa di problemi lavorativi per preparare questo appuntamento anche se in gara ho fatto il possibile ed è stato un miracolo anche mantenere il peso in questo periodo. Ma avrei potuto anche ambire a qualcosa più del terzo posto". Mascherucci è impegnato come addetto alla sicurezza durante le riprese del nuovo film “007”, di stanza a Roma nell’ultimo periodo. "Sempre per lo stesso motivo, potrei dover rinunciare a un altro importante appuntamento: quello del 15 marzo a Genova dove si terrà una tappa del campionato italiano" sospira Mascherucci che ha già cerchiato in rosso altre due date di spicco della stagione: a fine maggio con i campionati europei e a ottobre con i mondiali. Il suo rapporto con il Judo Frascati dura ormai da anni: "Iniziai a praticare questo sport nel 1982, sempre col maestro Moraci – racconta Mascherucci -. Poi sono stato per sedici anni all’estero e tra l’altro aprii una mia palestra a Guernsey (un’isola del Canale della Manica, ndr) chiamandola proprio “Judo Frascati” in onore alla società del mio paese d’origine. Nel 2009 sono tornato in Italia e poco dopo Moraci mi ha convinto a intraprendere il percorso delle gare Master in cui mi sono tolto tante soddisfazioni come il bellissimo argento alle Olimpiadi di categoria nel 2012". 


Giovanili Infine si è svolta a Bracciano la prima tappa regionale del “Grand Prix Ragazzi” a cui hanno partecipato oltre 500 “mini” judoka. L’Asd Judo Energon Esco Frascati ha vinto 12 medaglie: tre ori (con Emiliano Nemez, Danilo Catania e Priscilla Zibellini), cinque argenti (con Cesare Farina, Flavio Favorini, Flavio Stoduto, Edoardo De Pascalis e Marco Francini) e quattro bronzi (grazie a Eveline Van Bemmelen, Edoardo Valenziano, Marco Ranucci, Nicolò Perpignani e Leonardo Faraone). Sabato si terranno le qualificazioni dei campionati italiani Cadetti e per il club tuscolano gareggeranno Veronica Farina (48 kg) e Sofia Barboni (52 kg).