Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Massimo Izzi: “Ecco come alleno i portieri della Cpc 2005”

Parola al preparatore degli estremi difensori biancorossi, che scaldano i motori con il resto della squadra in vista dell'imminente avvio di stagione



Il ruolo del portiere è fondamentale in una squadra, vale circa il 90% di una squadra. Se un attaccante o qualsiasi giocatore fallisce un goal la partita finisce a reti inviolate, se sbaglia il portiere potete ben immaginare cosa succede". Questo quanto affermato da Massimo Izzi, preparatore dei portieri della Cpc 2005 durante la nostra chiacchierata, che può essere definita la sintesi del calcio.  Ad un errore di un qualsiasi componente della squadra si può rimediare con un intervento di un compagno, ma se l’errore lo compie il portiere in una parata, di solito scaturisce il goal avversario.

Estremi difensori in allenamento (Foto Cpc2005)Massimo, come procede la preparazione?

“Stiamo vagliando tutte le situazioni con una preparazione accurata e puntigliosa, il livello dei ragazzi è ottimo e vanno solo oliati a dovere per la stagione che verrà. Il campionato di decide già in questi giorni, una valida preparazione è la tranquillità con cui affronteranno  le domeniche sui terreni di gioco".

In che cosa vertono gli allenamenti?

 “Stiamo distribuendo i carichi in questo inizio, tutto è basato sul ritrovare una condizione accettabile puntando subito sulla forza. A breve passeremo ad incrementare la velocità dei ragazzi per permettetegli di balzare da una parte all’altra della porta in fluidità. In un secondo tempo passeremo all’esplosività tra i pali e nelle uscite".

Come reagiscono i ragazzi ai carichi?

“I ragazzi reagiscono nel migliore dei modi e anche se siamo all’inizio sopportano i carichi che stiamo sviluppando allenamento dopo allenamento. C’è da mettere in conto che alcuni lavorano durante il giorno anche con sforzi manuali non indifferenti, ma non ostante questo  quando sono qui danno il massimo fino all’ultimo minuto. Sintomo ineccepibile di serietà".

Foto Cpc2005Sono cinque i ragazzi presenti in questa preparazione.

“Si, oltre al veterano  Luca Nunziata che nonostante abbia 22 anni vanta convocazioni anche nelle nazionali minori di categoria, abbiamo Daniele Remedi ed il nuovo acquisto Marcello Marani con noi da quest’anno. Aggiunti per farsi le ossa e dare un contributo veritiero anche i due estremi difensori della Juniores, Salvatore Cacace e Alessandro Desini".

Concludendo e facendo l’avvocato del diavolo: non credi che l’età cosi giovane sia un ostacolo per le partite dove si farà sentire lo stress agonistico?

 “L’età da una parte da con la spregiudicata in alcune occasioni, e dall’altra toglie in altre. Sono convinto che faranno bene, la serietà con cui affrontano questi allenamenti ne è la riprova,.Vanno forgiati ma in cinquanta giorni avremmo tempo per farlo, cosi come per sanare qualche lacuna  se uscirà fuori. Sono già validi di per se e questa preparazione gli regalerà il giusto piglio e la necessaria tranquillità per tutto l’arco del campionato".