Notizie

Massimo Izzi: “Il nostro campionato è iniziato sabato”

Parla il nuovo tecnico alla guida del Vigili Urbani, fresco di una gran vittoria nell’esordio con il DLF Civitavecchia



Massimo Izzi, nuovo tecnico alla guida del Vigili UrbaniE’ cambiato il capitano alla guida della nave. Cambierà la rotta? E’ presto per dirlo, ma i presupposti per farlo sembrano esserci tutti. Izzi inaugura la sua nuova avventura alla guida del Vigili Urbani nel migliore dei modi, centrando subito una vittoria più che convincente in casa, contro il DLF Civitavecchia. Severo, schietto ed onesto il suo giudizio sull’attuale stato della squadra; ma si mostra altrettanto chiara la strada da intraprendere per risalire la china: “Considerando la categoria nella quale giochiamo, la squadra è indietro sia atleticamente che mentalmente. Ho riscontrato una predisposizione al gioco leggero, ricco di fraseggi, poco concreto. Ora dobbiamo cambiare marcia: prediligo un calcio più inglese, più dinamico, aggredendo alti, fin dal centrocampo, puntando più sulla linea verticale. Come si sono trovati i ragazzi con il cambio di gioco? Mi sembra molto bene, abbiamo lavorato tanto in questi giorni e nessuno si è tirato indietro. Un esempio dell’assimilazione della nuova mentalità sono le ammonizioni: non c’è quasi mai stato un giallo nelle prime giornate, mentre in gara con il DLF ne abbiamo subiti tre. Questo è un indicatore della maggior aggressività agonistica messa in campo.” Mentalità e condizione fisica. Queste sono le coordinate del lavoro da svolgere, per affrontare al meglio il girone di ritorno. Ma s’intravede già dello splendore nel materiale grezzo su cui Izzi lavorerà: “Stiamo forzando la preparazione atletica; dal punto di vista tecnico invece sono pienamente soddisfatto. Con il Dlf non abbiamo mai subito un tiro in porta, un dato niente male, considerando il più recente passato di questa squadra. Abbiamo delle ottime individualità, quattro, cinque elementi di sicuro spessore. Ruggini? certamente rimarrà avanzato, lui e Parisi, per citarne alcuni, sono davvero titolari di qualità importanti.” Tatticamente il Vigili Urbani non ha ancora trovato una sua veste precisa, ondeggiando in passato da un 4-2-3-1 a un 4-4-2, che sembrava aver dato risposte maggiormente positive. Izzi ha in mente un futuro diverso. Vigili Urbani in azione (Foto©DelGobbo)“Potremmo ripristinare il 4-2-3-1, ma devo dire che ho una predilizione per la difesa a tre. Modulo che, chiaramente, necessita di una lavoro maggiore rispetto alla linea a quattro. Però in futuro, non è un opzione da escludere.” La prossima gara rappresenta per il nuovo Vigili un test ancor più importante: la trasferta con il Massimina: “Non prepariamo le gare sulla base dell’avversario, posso solo dire che dopo la recente vittoria c’è molto entusiasmo nello spogliatoio, forse troppo. I ragazzi si pongono delle domande, si chiedono come è possibile che si trovino nell’attuale posizione in classifica… (ride, ndr) scherzi a parte, il nostro vero campionato è cominciato sabato. Non so quanto sarà semplice o difficile raggiungere la salvezza, ma sono sicuro che ce la metteremo tutta.”