Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Mazzocchi: "Siamo una squadra giovane ma molto motivata"

Il tecnico dell'Atletico Boville Ernica si sta preparando all'esordio in campionato con il Formia



Una società che non vuole arrendersi alle difficoltà, un club che nonostante tutto continua a fare calcio con grande passione. Parliamo dell’Atletico Boville Ernica, squadra appena retrocessa dall’Eccellenza e che si sta preparando all’esordio nel girone D di Promozione. Il tecnico Simone Mazzocchi, dopo aver chiuso la passata stagione alla guida del Monte San Giovanni Campano, si appresta ad affrontare la prima vera annata sulla panchina di una prima squadra. L’allenatore ci parla della sua rosa e degli obiettivi per il campionato ormai alle porte. 


Mister mancano pochi giorni all’esordio, in che condizione ci arriva l’Atletico Boville Ernica? 

“La situazione non è certamente delle più semplici. Io ho preso questa squadra a luglio, ma per alcuni problemi Simone Mazzocchilogistici e organizzativi, abbiamo potuto iniziare a muoverci per allestire la rosa solamente intorno a ferragosto. Questo ovviamente ha creato qualche problema, dato che in quel periodo i migliori giocatori disponibili sul mercato avevano già trovato squadra. Inoltre il budget a nostra disposizione era decisamente limitato ed è ovvio che in queste condizioni dovessimo puntare su soluzioni alternative. Abbiamo infatti costruito una rosa molto giovane, puntando sulla voglia di questi ragazzi di far sentire la propria voce. É ovvio che in questo momento siamo un po’ in ritardo, anche perché la squadra è totalmente rinnovata rispetto alla passata stagione. Abbiamo tre giocatori più esperti, come Fiorini, Di Vito e Nalli, che spero ci possano dare quel qualcosa in più sotto l’aspetto della personalità. A questi cercheremo di aggiungere un difensore centrale e un attaccante che possano costituire l’ossatura della squadra”. 


Il sorteggio non è stato dei più positivi, considerando che l’esordio sarà contro il Formia 

“Da questo punto di vista non possiamo dire di esser stati fortunati. Inizieremo infatti contro una vera e propria corazzata, un Formia che a detta di tutti sarà la squadra da battere nel girone D di Promozione. Il tour de force non finirà però qui, infatti subito dopo affronteremo squadre di livello come l’Insieme Ausonia, formazione neopromossa ma che viene da una serie di campionati vinti in sequenza, il Tecchiena e il Calcio Sezze. La cosa positiva è che in queste prime partite abbiamo poco da perde e possiamo giocare con maggior tranquillità”. 


Qual è l’obiettivo dell’Atletico Boville Ernica per questa stagione? 

“La prima cosa importante sarà la valorizzazione dei giovani che abbiamo in squadra. Cercheremo di far crescere questi ragazzi e puntare insieme alla salvezza. Boville è una piazza storicamente importante nel mondo del calcio dilettante e merita di avere una squadra in una categoria importante come la Promozione”. 


Considerando la giovane età della sua squadra, come sta rispondendo alle difficoltà venutesi a creare in questo periodo? 

“Essendo una gruppo giovane è ovvio che sia molto emotivo. Siamo partiti con grande entusiasmo nelle prime settimane di lavoro, poi qualche risultato non proprio positivo ha creato qualche problema. Ora però ci stiamo riprendendo e ci stiamo compattando. Forse la caratteristica di questo gruppo è la grande curiosità con cui questi giovani si stanno preparando a vivere la prima stagione da protagonisti con una prima squadra”. 


Dopo aver chiuso la stagione con il Monte San Giovanni Campano, lei si trova alla prima vera esperienza sulla panchina di una prima squadra. Con che stato d’animo si appresta a vivere questa nuova avventura? 

“Ho grande voglia di far bene. Io ho fatto la gavetta passando per tutte le categorie giovanili e guidare finalmente una prima squadra è per me una sfida molto stimolante. Rispetto ad una squadra del settore giovanile è ovvio che ci sia maggior pressione e maggiore aspettativa, però tutto questo sarà da stimolo per mettere in campo ogni risorsa a nostra disposizione”.