Notizie
Categorie: Giovanili

Memorial Augello, la Champions a Montecompatri

Oggi, durante la presentazione della kermesse hanno preso parola il giornalista Stefano Raucci, il sindaco De Carolis, il vice presidente dell'Academy Football Club e tanti altri ancora. Ecco il resoconto di una giornata speciale



Montecompatri sarà la location, Real Madrid, Inter, Roma, Lazio e Juventus sono solo alcune delle protagoniste della “Champions League” dei Castelli Romani. Di che torneo stiamo parlando? Ovviamente del Memorial “Giuseppe Augello”, che è pronto a bissare il successo dello scorso anno con una nuova edizione che promette davvero tanto spettacolo.  

Da sx: Eleonora Trotta, Stefano Scipioni, Camillo Carlini, Marco De Carolis e Carlo Aceti ©MIRNADECESARISTutto pronto. Riservata alla categoria dei 2002 e organizzata dall’Academy Football Club, la kermesse partirà ufficialmente l’11 con la prima giornata d’apertura e si concluderà domenica 14 con la finalissima. Si gioca domani, ma già questa mattina siamo entrati in clima torneo: al Comune di Montecompatri, infatti, è stato presentato il Memorial Augello e nella storica sala di Piazza del Mercato abbiamo ascoltato tanti ospiti d’eccezione. Cominciando dal “conduttore” della presentazione, Stefano Raucci, giornalista e voce molto apprezzata di RadioRadio, che ha aperto le danze ed è stato il primo a prendere la parola: “Presenziare ad un torneo del genere per me è una grande emozione. Parliamo di una kermesse internazionale che, dopo l’edizione dello scorso anno, ha deciso di raddoppiare, presentando qualche chicca davvero unica. Una di queste è senza dubbio la presenza del Real Madrid e del piccolo Theo Zidane, il terzogenito del campione ex Juventus, che già sta facendo vedere grandissime cose con i 2002 blancos. Ci sarà la squadra spagnola e tante altre società dal grandissimo blasone, come Inter, Roma, Lazio, Juventus, Torino, tanto per citare qualche club professionistico e Tor Tre Teste e Lodigiani, club che sono il fiore all’occhiello della nostra regione”.  

Da sx, Carlini, Aceti, De Carolis, Seri ©MIRNADECESARISParla il sindaco. Dopo una piccola introduzione, Stefano Raucci passa la parola al primo cittadino di Montecompatri, ovvero il sindaco Marco De Carolis, grande artefice della ristrutturazione dell’impianto. “Per un Sindaco vedere svolgere una manifestazione nazionale sul proprio territorio è motivo di grande orgoglio, soprattutto perché potremo ospitarlo nel nuovo centro sportivo di Montecompatri che dopo tanti sacrifici è stato rimesso a nuovo. Questo a dimostrazione che nulla è impossibile quando c’è una comunione di intenti tra pubblico e privato”. E non deve essere stato facile per l’amministrazione comunale mettere in piedi un progetto di tale portata: “La realizzazione di questo impianto- conferma De Carolis - ha richiesto tanto tempo e preparazione, ma penso che tutti i sacrifici siano stati ampiamente ripagati dal risultato finale. Abbiamo fatto una scelta e l’abbiamo portata avanti con grande determinazione". Sulla stessa linea anche l’organizzatore del torneo e vice presidente dell’Academy Football Club, Camillo Carlini, che non nasconde la sua gioia: “E’ stata una fatica, ma ce l’abbiamo fatta. Io sono veramente orgoglioso del lavoro svolto, abbiamo organizzato uno dei tornei più importanti d’Italia e d’Europa e la partecipazione di squadre come Real Madrid, Partizan e Crystal Palac ne sono la dimostrazione. Abbiamo stretto dei rapporti importanti, avviando delle collaborazioni che ci rendono estremamente soddisfatti”.

I protagonisti. E poi ancora sono intervenuti Carlo Aceti, Presidente dell’Academy Football Club, Eleonora Trotta, direttore di Calciomercato.it, Stefano Scipioni della BCC di Toniolo e il direttore Domenico Rao. Ultimo ma non ultimo, il costruttore del nuovo impianto di Montecompatri, Massimo Seri, a cui è stato consegnata una targa di ringraziamento per il lavoro svolto. Insomma, la presentazione è ormai giunta alla fine, dopo i consueti saluti veniamo invitati ad un (graditissimo) buffet e ci congediamo con una sola convinzione: gli ingredienti per assistere ad una grandissimo torneo ci sono tutti e siamo sicuri che il II Memorial “Giuseppe Augello” non ci deluderà.