Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Memorial Bini: l'Atletico Fidene è irresistibile e cala il poker contro l'Aprilia

Al Memorial Bini la compagine di Uras sigla quattro marcature: le rondinelle vanno ko



MARCATORI 9’pt Lucarelli (AT), 13’pt Ricciardi (AT), Onorati 35’pt (AT), 35’st Nuovo

ATL. FIDENE Beccaceci (18’st Sacchetti), Cateddu (27’st Di Caprio), Ceccarini, Dolce (25’st Mataldi), Battaglia, Ricciardi, Pioppini (6’st Scopetti), Masini, Di Palma (18’st Lucaioli), Onorati (10’st Di Caprio), Lucarelli (11’st Nuovo) ALLENATORE Uras 

APRILIA Marelli, Milanese (1’st Trincia), Sordilli, Mazzaroppi (1’st Carini), Signorello D., Gambucci, Longombardi (10’st Sciarra), Signorello V. (22’st Romagnoli), Di Meda, Giurelli, Zanellato ALLENATORE Sciarra 

ARBITRO Cacciatore di Roma 2

NOTE Ammoniti Ricciardi, Giurelli, Carini Rec. 1’pt – 3’st

Il Fidene cala il ooker FOTO©GAZZETTAREGIONALETutto facile per l’Atletico Fidene di mister Uras che porta a casa il bottino pieno superando l’Aprilia per 3-0: l’undici bianoceleste ha pagato un inizio non proprio esaltante e per i ragazzi di Uras la partita è stata in discesa fin dai primi minuti.

Tris servito. Dopo il fischio iniziale del sig. Cacciatore di Roma 2, la prima occasione coincide con il gol dell’Atletico Fidene che si porta in vantaggio dopo neanche dieci minuti grazie a Lucarelli, che ringrazia Di Palma per l’uno-due e di esterno destro batte Marelli per l’1-0. L’Aprilia non comincia bene la partita e per i giovani di Uras è tutto facile: tre minuti dopo infatti, Ricciardi, a seguito di un calcio d’angolo, approfitta di un’uscita a vuoto del portiere e di testa appoggia in rete per il raddoppio. Subìto il secondo gol, le rondinelle provano finalmente a reagire, trascinate da un super Zanellato che 18’ salta quattro avversari, si presenta solo davanti a Beccaceci, ma sbaglia il tiro decisivo per la disperazione dei compagni. L’undici biancoceleste inizia a dare segni di risveglio, ma in contropiede il Fidene non perdona: al 35’ grandissima azione personale di Masini che sulla sinistra si fa tutta la fascia e serve un pallone al bacio per Onorati che da due passi non può sbagliare il 3-0: una vera e propria doccia fredda per l’Aprilia che nella seconda frazione non riuscirà a riaprire la gara e anzi, il Fidene al 28’ sfiorerà il poker con una grandissima conclusione di Battaglia che dai quaranta metri fa partire un vero e proprio siluro, ma Marelli è bravissimo nel respingere con la punta delle dita in calcio d’angolo. Ormai l’Aprilia non ne ha più, l’Atletico controlla la gara  e alla fine trova il quarto gol con un bel destro dal limite di Nuovo che esulta per la marcatura personale. Ormai siamo in pieno recupero, l’Aprilia però non molla e vuole segnare il gol della bandiera a tutti i costi, e per poco non ci riesce con Carini, ma il suo destro in area colpisce in pieno l’incrocio. Sarà l’ultima vera occasione da gol: dopo tre minuti l’arbitro manda tutti sotto la doccia.