Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Mentre la Roma crolla, la Lupa prova a scappare via

I giallorossi cadono a Trigoria e scivolano al quarto posto. Ne approfitta l'undici di Carboni che vola a più tre sulle inseguitrici. Occhio ai ragazzi di Angelocore che continuano a vincere



Nella sesta giornata degli Allievi Lega Pro spicca sicuramente la caduta della Roma. Occasione d'oro sfruttata a pieno dalla Lupa Roma che ne approfitta per allungare in vetta alla classifica. Bene anche la Lupa Castelli Romani che si conferma squadra in netta crescita contro il Latina.

Carboni, la sua Lupa Roma prova a scappareChi sale Conferme importanti sono arrivate soprattutto dalla Lupa Castelli Romani. La formazione di Angelocore ha dato vita ad un'ottima prestazione in una trasferta complicata come quella di Latina. L'undici amaranto si è imposta solamente per 1-0 ma, scorrendo la cronaca del match, ci si rende immediatamente conto di come il successo sarebbe potuto essere decisamente più largo. Una prestazione figlia della crescita di un gruppo che comincia a cementare la propria intesa rivelando anche delle individualità niente male. Fisichella in difesa, Scarpecci a centrocampo e Baldassi in attacco si stanno infatti ritagliando uno spazio sempre più importante in categoria. Assieme a loro spicca sicuramente la Lupa Roma. La truppa di Carboni continua infatti a stupire e con la vittoria sul Teramo firmata da Maurizi è sempre più in vetta alla classifica. Ora sono tre i punti di vantaggio sulle inseguitrici, impreziositi ancora di più dalla continuità che la squadra sta avendo in questo avvio di campionato. Ancor prima che la vittoria, è da apprezzare il lavoro che Carboni ha saputo fare su uno spogliatoio che è rimasto compatto e concentrato anche dopo un successo eclatante com'è stato quello sui giallorossi.

Chi scende Dopo tre risultati utili consecutivi, si ferma anche il Latina di Ferullo. Weekend amaro per i nerazzurri che hanno sofferto l'organizzazione di gioco della Lupa Castelli. Prestazione sottotono stavolta per i pontini che hanno accusato la mancanza di uno come Auricchio che là davanti pare proprio essere diventato una pedina fondamentale per Ferullo. Caduta ancora più rumorosa è però quella della Roma. Momento delicato per l'undici di Rubinacci che non riesce a rialzarsi dopo il tonfo con la Lupa Roma. La sconfitta contro il Foggia, che proprio a Trigoria ha trovato la prima gioia esterna dell'anno, ha evidenziato come i giallorossi siano in difficoltà. Squadra povera di idee e che ora dovrà aggrapparsi a delle individualità come quelle di Sdaigui, D'Orazio, De Angelis e Antonelli che hanno tutte le carte in regola per trainare il gruppo fuori da questo periodo decisamente nero.

Federico Adorni ©Foto FacebookProtagonisti Nella caduta dei giallorossi ad emergere è stata la prestazione dell'estremo difensore Adorni. Il numero uno della Roma, arrivato questa estate dal Parma, si è infatti distinto per un paio di parate da applausi confermandosi come un estremo difensore di sicuro affidamento, non è un caso che anche Juventus e Inter fossero sul ragazzo. Assieme a lui, tra i protagonisti di giornata, c'è sicuramente Pompili della Lupa Castelli Romani che con il suo siluro da fuoriarea ha steso il Latina. Gol pesante è anche quello di Maurizi della Lupa Roma che è valso la vittoria sul Teramo. L'attaccante è entrato dalla panchina e ha impiegato poco meno di un quarto d'ora per decidere le sorti di un match che ha permesso ai suoi di scappare a più tre sulle più vicine inseguitrici Foggia e Pescara.