Notizie

Metro C, dubbi sul software che automatizzerà le vetture: rinviata l'inaugurazione?

Dopo aver riscontrato problemi legati al programma che regolerà i mezzi sui binari, oltre ad una non totale sicurezza delle vie di fuga, probabilmente slitterà oltre l'11 ottobre l'apertura della nuova tratta



La linea della Metro C di RomaNulla di fatto. L’attesa inaugurazione della Metro C prevista per sabato 11 Ottobre, citando Manzoni, non s'ha da fare. Quantomeno non nei tempi previsti dall’amministrazione capitolina. Il primo tratto della nuova metropolitana romana che collega Monte Compatri / Pantano a Centocelle verrà dunque rimandato e i motivi sono presto detti: ieri sera dopo la riunione dell’Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi, ndr) sono emersi tutti i dubbi sul software che dovrebbe regolare non solo l’impiantistica delle stazioni, ma soprattutto le stesse vetture. Perché i nuovi vagoni della linea sotterranea viaggeranno senza l’ausilio del conducente. Non solo. Perché dopo i rilievi effettuati dai Vigili del Fuoco sarebbero emerse delle problematiche relative alla sicurezza dei sistemi anti incendio e sulle vie di fuga in caso di necessità.
 La stazione della Metro C di Centocelle ©metrocspaCosa succede ora? Le ipotesi che dovrebbero trovare una risposta certa al più tardi nella giornata di domani, vedono oltre al rinvio – soluzione auspicata ieri sera dopo la riunione Ustif – una apertura con riserva della linea metropolitana, soggetta a precise restrizioni. In questo caso la decisione sull’inaugurazione di sabato 11 spetterebbe al Campidoglio che si farebbe carico delle responsabilità relative. In merito l’Assessore ai Trasporti Guido Improta ha precisato che “non c’è alcun rinvio, ma siamo in attesa del parere del ministero. La commissione ha terminato i lavori e ha chiesto un giorno per scrivere la relazione”. Sta di fatto che dopo quattro anni di ritardo dalla consegna dei lavori e l’indagine della Corte dei Conti che ha aperto un fascicolo per un danno erariale stimato sui 360 milioni di euro, questo stop rappresenta un nuovo contrattempo nella apertura della terza metropolitana di Roma, lunga in totale 25 chilometri e dotata di 30 fermate che potrebbe risolvere il problema del traffico e dei collegamenti pubblici, almeno nella zona di Roma Est.