Notizie
Categorie: Altri sport

Meuti, Iacoangeli e De Maria centrano la qualificazione alla prova nazionale

I tre schermidori del Frascati hanno concorso nella Spada, nella prova open regionale



Andrea MeutiLa prima prova open regionale di spada, disputata nello scorso week-end a Formia, ha prodotto i primi verdetti. E per il Frascati Scherma sono arrivate tre qualificazioni alla prima prova Nazionale (che potrebbe portare ai campionati italiani). Si tratta di Andrea Meuti, Cristiano Iacoangeli e Riccardo De Maria (piazzatisi rispettivamente al 13esimo, 15esimo e 18esimo posto) che hanno fatto una buona prestazione come confermato anche dalle parole del responsabile del settore spada Gino Pacifico. "I nostri tre ragazzi hanno centrato l’obiettivo della qualificazione che era quello primario. Peccato per De Maria che nell’assalto per entrare negli ottavi non è riuscito a prendere le misure di un avversario che utilizzava un’impugnatura alla francese che lo ha tecnicamente infastidito. Iacoangeli e Meuti, invece, hanno ceduto contro avversari esperti e comunque battagliando abbastanza bene. Per il resto avevamo in gara Gino Lucrezi, che lo fa con spirito amatoriale, Simone Crescenzi, che ha iniziato tardi a fare scherma, e Matteo Gagliardi dal quale era lecito aspettarsi un po’ di più". I tre qualificati, dunque, guardano alla prova nazionale di Ravenna che potrebbe dar loro un posto ai campionati italiani. Per quanto riguarda le donne, in gara c’erano le sole Ludovica Uranelli e Greta Tomosiunaite seguite dall’istruttore Enrico Meuti. "La gara delle nostre due ragazze non è stata brillantissima – commenta Meuti -, anche se a Ludovica vanno date le attenuanti della giovanissima età. E’ una ragazza un po’ timida che comunque ha tirato fuori la grinta in alcuni frangenti della sua gara. Greta deve lavorare ancora, ha superato il girone con tre vittorie e altrettante sconfitte, poi è stata eliminata alla prima diretta". Ora l’attesa del Frascati Scherma è per l’appuntamento del fine settimana a Como dove si terrà la prima prova di qualificazione nazionale di fioretto e sciabola con tanti atleti tuscolani ai nastri di partenza e il ritorno ufficiale in gara di Ilaria Salvatori.