Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Microfrattura dello zigomo per Alessandro Petrucci: la Tac ha escluso lesioni cerebrali

Il portiere, dopo il tremendo scontro di ieri, è stato dimesso stamattina dall'ospedale di Tor Vergata e ai nostri microfoni tranquilizza tutti:"Sto meglio". Escluse conseguenze gravi a livello cerebrale, per ora dovrà stare fermo trenta giorni.



Petrucci viene portato in ambulanza in barella ©Gazzetta RegionaleMicrofrattura allo zigomo: questa la diagnosi emessa dai medici del ospedale policlinico Tor Vergata che hanno tenuto sotto osservazione per una notte intera Alessandro Petrucci, la più lunga della sua vita. "Sto meglio, grazie". A pronunciare queste tre semplici, quanto importanti, parole è proprio Alessandro Petrucci ai nostri microfoni. Chi era presente ieri al centro sportivo Bettini, e che ha ancora davanti agli occhi il duro scontro di cui è stato vittima il portiere, dopo lo spavento, un piccolo sospiro di sollievo può tirarlo perchè Alessandro è tornato a casa e gli esami neurologici hanno escluso qualsiasi tipo di problema a livello cerebrale. Dovrà stare fermo 30 giorni per poter tornare a svolgere attività, senza nessuna operazione. Martedì il portiere biancorsso verrà sottoposto al primo controllo, dopo di che si avranno risposte ancor più precise. La speranza è che Alessandro possa tornare a proteggere i pali della sua porta il prima possibile con la voglia, la forza e il coraggio che anche ieri ha dimostrato di avere.