Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Mirko Medici: "Scegliere di venire al Prato Rinaldo è stato semplice"

Parla il nuovo giocatore del team del presidente Pandalone: "Conosco benissimo l'ambiente e i giocatori"



Mirko MediciMirko Medici ha sposato la causa del Prato Rinaldo, tornando nella società che l'aveva accolto due anni or sono. Una stagione con la maglia de L'Acquedotto vissuta da assoluto protagonista e il ritorno in gialloblu: stiamo parlando di un giocatore fortissimo, di una classe cristallina, in grado di fare sempre la differenza con le sue micidiali accelerazioni. 

“La scelta del Prato Rinaldo è stata tutto sommato semplice – commenta proprio Medici -. A livello societario è una delle più importanti della categoria e in più c'ero già stato: conosco benissimo l'ambiente e i giocatori. Sin dai primi contatti ho avuto pochi dubbi, c'erano altre società interessate, ma sono andato sul sicuro”. 

La squadra partirà verosimilmente con un -6 in classifica, ma Medici ha una certezza: “Questa squadra, per come è stata costruita, può puntare ai playoff. Non so come saranno composte le altre realtà del girone, né se il mercato nostro è chiuso, ma così com'è il Prato Rinaldo è già un'ottima squadra. Tranne qualcuno, ho praticamente giocato insieme e contro tutti i miei compagni di squadra. Dovremo allenarci bene, essere in forma e allora sì, potremo dare filo da torcere a chiunque”. Il timoniere di questa squadra sarà mister Spanu: “Lo conosco, ci ho giocato insieme qualche volta e posso dire che è davvero una grande persona. A livello di allenatore, ovviamente, non posso giudicare, ma è valido ed ha giocato a buoni livelli. Sono convinto che chi gioca e poi si mette ad allenare abbia sempre qualcosa in più rispetto a chi allena senza aver prima calcato i campi: questo tipo di allenatori possono capire meglio i momenti della partita e lo stato psicofisico dei giocatori” conclude Medici.