Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Monterotondo e CreCas ottengono un punto a testa dopo un match combattuto

Donati apre e chiude la gara, nel mezzo le reti firmate da Di Gianfelice e Pasquarelli



MONTEROTONDO – CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA  2 – 2  

MARCATORI
21' pt Donati (M), 23' pt Di Gianfelice, 10' st Pasquarelli (C), 39' st Donati (M).   

MONTEROTONDO Di Lorenzo, Cecere, Cesarino (35' st Baurami), Muraca, Cavallini, Di Gregorio, Ciofani (20' st Baccarelli, 30' st Mondati), Sansone, Donato, Migani (14' st Di Basilio), Donati (48' st Oddi) PANCHINA Mino, Calì ALLENATORE Di Francesco 

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA Lucarelli, Meucci, Pasquarelli, Massimi, De Piccoli, Tedesco (27' pt Brandi), Verzulli,  Fazio, Alivernini (29' st Di Stefano), Di Gianfelice (1' st Uccellini), Di Luca (43' st Antonelli) PANCHINA Vicolini, Quaglini, Caselli ALLENATORE De Vincenzi 

ARBITRO Romito di Viterbo 

NOTE Rigore fallito al 13' pt da Ciofani (M). Espulso al 33' st Sansone (M) per doppia ammonizione. Ammoniti Cesarino, Muraca, Cavallini, Meucci, Uccellini. Angoli 3- 4. Rec. 3' pt, 5' st.  

Image titleLa prima giornata di campionato va in scena al “Fausto Cecconi”, dove il CreCas Città di Palombara di mister De Vincenzi affronta il Monterotondo di Di Francesco, mettendo in cassa un solo punto alla fine di un match combattuto. Devono trascorrere solo 12', infatti, per poter dare una svolta all'incontro: l'eretino Donato parte palla al piede sulla corsia di sinistra  e, dopo essere entrato in area, viene toccato fallosamente da Meucci: per il direttore di gara è calcio di rigore. Se ne incarica Ciofani, ma un super Lucarelli intuisce e si distende neutralizzando il tiro dal dischetto. Il Monterotondo sembra avere una marcia in più e al 21' Donato allarga a sinistra per Donati, che con l'esterno piazza la sfera all'angolino alla destra di Lucarelli per l'1 a 0. Ma, appena 2' dopo, il CreCas non tarda a pareggiare: è Massimi che batte un calcio piazzato dalla lunga distanza indirizzando sul secondo palo, dove Di Gianfelice intercetta e insacca in rete. Sono attimi accesissimi: al 23' di nuovo punizione di Massimi per la testa di De Luca, che deve fare i conti con Di Lorenzo, che in tuffo compie il miracolo mandando in corner. Dalla bandierina di Fazio verso il secondo palo, con la sponda di Di Gianfelice che permette a Di Luca di provare di nuovo: l'estremo difensore eretino, ancora una volta pronto,  allontana. Su questa onda di entusiasmo, al 31' Fazio da centrocampo sventaglia a sinistra per Pasquarelli, che scende sul fondo e crossa sul palo opposto, dove Di Gianfelice ci prova per due volte, trovando la doppia opposizione di Di Lorenzo, che smanaccia in calcio d'angolo. 5' dopo, Fazio chiude una triangolazione con Di Luca inserendosi in area, dove il portiere avversario lo anticipa. I padroni di casa riescono a venir fuori dalla propria metà campo al 39', quando Cecere sfrutta un contropiede, mette il turbo scendendo sulla fascia sinistra e, dopo lo scambio con Donati, giunge davanti a Lucarelli, che, aiutato dal contrasto di De Piccoli, blocca il pallone. Il CreCas Città di Palombara passa al 7' della ripresa: Pasquarelli riceve da Brandi sulla sinistra e, da posizione defilata, fa partire il tiro-cross infilando la sfera sotto al sette tra gli applausi del pubblico. La reazione degli eretini arriva al 16', quando Ciofani vede inserirsi in area Donati, che tenta a tu per tu con Lucarelli, ma l'estremo difensore rossoblù si immola e devia in corner. Passano 4' e, sul fronte opposto, Pasquarelli,  a sinistra, raccoglie da Di Luca e mette al centro per Alivernini, che prova in scivolata impensierendo poco Di Lorenzo. 2' dopo, Pasquarelli calcia la punizione dai 25 m di destra e crossa sul secondo palo, dove Uccellini non arriva per la deviazione in rete. Sul capovolgimento di fronte, al 39', sugli sviluppi di un calcio piazzato, Donati si impossessa del pallone e da fuori area e sgancia un bolide con l'esterno destro, che prima colpisce il palo e poi termina in rete per il pareggio. Gli ospiti non ci stanno e subito dopo Fazio scende a sinistra dribblando due avversari e provando un tiro-cross che supera Di Lorenzo infrangendosi sulla traversa. I sabini hanno l'ultima occasione per portare a casa l'intero bottino al 48' con una punizione di De Piccoli respinta all'incrocio dei pali da Di Lorenzo, che, di fatto,  mette fine alle speranze degli avversari.