Notizie
Categorie: Altri sport

Moto 3 - Dennis Foggia sesta forza del campionato

Il pilota Rmu chiude 13° nell’ultimo round del Mugello e si piazza sesto in classifica nell’anno del suo esordio



Image titleCala il sipario sul massimo campionato nazionale: il pilota Rmu chiude 13° nell’ultimo round del Mugello e si piazza sesto in classifica (70 punti) nell’anno del suo esordio in Moto 3: ”Questo weekend è mancato solo un pizzico di fortuna, ma è stato un anno ricco di soddisfazioni”. Entrambe le gare saranno trasmesse su Sky Moto GP.

Dennis Foggia archivia con un tredicesimo posto l’ultimo atto del Campionato Italiano Velocità 2015 al Mugello e chiude la sua stagione in sesta posizione nella classifica della classe Moto3 con 70 punti all’attivo. Il pilota capitolino della Rmu, messo fuori gioco da una scivolata dopo due giri nella Gara 1 del Sabato per via dell’asfalto bagnato dalla pioggia copiosa, non è riuscito a conservare la quinta posizione nel round domenicale e si è visto scavalcare per soli 8 punti da Edoardo Sintoni (78). Per Foggia, pilota più giovane ed esordiente assoluto nella classe Moto 3, incoronarsi come sesta forza del campionato resta tuttavia un risultato di notevole rilevanza, forse impensabile ad inizio stagione, la classe ed il talento del capitolino hanno avuto la meglio su piloti più grandi e ben più esperti di lui.

Le Gare Il doppio round al Mugello che ha chiuso il massimo campionato nazionale non è partito sotto buonissimi auspici per Foggia. Ancora alla ricerca di un setting soddisfacente nella prima sessione di qualifiche di Venerdì, la pioggia che Sabato ha imperversato sul tracciato toscano non gli ha permesso di migliorare il proprio tempo neanche in Q2: con un 2’02.692 “The Rocket” si è così dovuto accontentare del quattordicesimo tempo guadagnandosi solo la quinta fila nella griglia di partenza. Anche se nel pomeriggio la pioggia concede una tregua ai piloti, Gara 1 è comunque caratterizzata da una pista ai limiti della praticabilità e Dennis è tra gli otto piloti che vengono traditi dall’asfalto bagnato: con un’ottima partenza Foggia scala subito sei posizioni e si porta all’ottavo posto ma dopo neanche due giri, all’altezza del “Palagio”, il capitolino scivola ed è costretto al ritiro. Il meteo è più clemente invece in Gara 2, il sole torna a splendere sul Mugello e la pista è asciutta. Aggressivo e concentrato, il numero 71 della RMU riesce a prevalere su chi lo precede trovandosi già in decima piazza al termine del primo giro dietro a Groppi e Ieraci mentre alle sue spalle deve controllare Torlaschi e Montella. Tra il 3° ed il 4° giro “The Rocket” perde qualcosina da chi lo precede, ma riesce a contenere senza demordere. Al 7° giro arriva l’assalto vincente di un buon Torlaschi, ma di lì a poco “Missiletto 71” si ritrova nuovamente in top ten  a causa della caduta del compagno di team. L’obiettivo rimane quindi il rivale della Pro Racing che al 9° giro diventa facile preda. Intanto emerge un portentoso Vargas che ha la meglio sia di Torlaschi sia di Foggia. I tre piloti si studiano, analizzano le scie a vicenda con il centauro capitolino che infila nuovamente il numero 48: nasce un botta e risposta che si protrae per un’altra tornata. Il romano fa capire di essere pronto a farsi valere e di non disprezzare affatto le contese. Negli ultimi due giri i ritmi si alzano, c’è bagarre per entrare nei primi dieci: Coletti incalza Foggia che prova a stringere i denti, ma non può difendersi più di tanto. Qualche indecisione favorisce l’avanzata di Sulis e il ritorno di Vargas. Nonostante una parte finale poco convincente, Foggia conferma di vendere cara la pelle e di poter lottare nei momenti più delicati della corsa.

Image titleClassifica Finale Dennis Foggia chiude così sesto con 70 punti la classifica generale della classe Moto 3, che ha incoronato Marco Bezzecchi campione d’Italia (175 punti), seguito da Fabio Di Giannantonio (172), a seguire in un fazzoletto di punti il duetto Groppi-Spiranelli (105 e 103) e appunto Sintoni-Foggia: alla vigilia del doppio round conclusivo Foggia sperava di mettere addirittura la freccia proprio su Groppi e Spiranelli, tallonati fino all’ultimo, ma la scivolata di Sabato aveva messo matematicamente fine ad ogni possibilità di scalare altre posizioni nel ranking e il 13° posto dell’ultimo round non ha aiutato a conservare neanche la quinta piazza. Ecco la classifica definitiva delle prime dieci posizioni: Classifica finale Moto 3: Bezzecchi 175, Di Giannantonio 172, Groppi 105, Spiranelli 103, Sintoni 78, Foggia 70, Delbianco 63, Mazzola 57, Torlaschi 53, Bastianelli 50.

Le dichiarazioni Le dichiarazioni di Dennis al termine del weekend: ”Peccato per questo ultimo appuntamento al Mugello, la sfortuna ci ha messo lo zampino. Ma questo ultimo capitolo della stagione non può certo macchiare un anno che ritengo molto soddisfacente. Sono contento del lavoro portato avanti con il mio team, che ringrazio moltissimo, così come sono contento a livello individuale per il mio percorso di crescita e per i risultati raggiunti in questo campionato. E’ stato il mio primo anno in Moto 3, chiudere al sesto posto della classifica generale resta un gran risultato”