Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Mussoni ha le idee chiare: "L'Ostiamare sta crescendo"

Le parole del tecnico biancoviola: "Punteremo al quarto posto, poi potrebbero anche esserci sorprese"



Il tecnico biancoviola Alessandro MussoniIn quel di Ostia ci sono tutti i presupposti per fare anche quest’anno una buona stagione, migliorando il piazzamento ottenuto nello scorso campionato. Dalle parole di Alessandro Mussoni, colui che guiderà i Giovanissimi Elite classe ’01 dell'Ostiamare, traspaiono entusiasmo, determinazione, consapevolezza e organizzazione: tutti gli ingredienti necessari per rendersi protagonisti.

Che impressione ti sta facendo la squadra durante la preparazione?
“Siamo partiti il 16 Agosto, ormai sono due settimane che ci alleniamo e credo che stiamo facendo un percorso importante. Stiamo cercando di crescere, ci sono una decina di giocatori nuovi e dobbiamo migliorare, bisogna farli inserire e fargli intendere il nostro modo di fare calcio il prima possibile. Rispetto al primo giorno vedo già miglioramenti importanti, ma la strada è ancora lunga e la prima tappa del nostro percorso sarà il 20 Settembre, quando inizieremo il campionato”.

Abbiamo potuto vedere la squadra nella gara d’esordio del Memorial A.Bini, soddisfatto della prestazione?
“Abbiamo iniziato il Torneo contro una grande squadra come la Vigor Perconti, che si presenta con degli ottimi giocatori: abbiamo fatto una buona partita, pareggiando 1-1 e giocandocela alla pari, forse in fondo un pochino meglio loro ma alla fine sono soddisfatto”.

Che indicazioni hai tratto dal match?
“Mi è piaciuto l’atteggiamento, così come la mentalità: abbiamo messo in campo qualcosa in più dal punto di vista caratteriale, fattore che l’anno scorso ci è mancato un po’. Quest’anno c’è stata una buona crescita sotto diversi punti di vista, parlando di tattica giusto la fase di non possesso-palla va migliorata un po’. Con la Vigor abbiamo fatto un po’ di fatica in impostazione, ma contro una squadra forte non è facilissimo fare quello che pensiamo di fare noi”.

Durante il mercato la squadra è un po’ cambiata, avete perso qualche elemento. Il tuo parere?
“Abbiamo perso qualche elemento, ma abbiamo preso anche tanti giocatori. Ci sono compagini superiori, noi ci giocheremo la quarta piazza, poi vedremo, possono sempre accadere sorprese. Cercheremo di fare un campionato di vertice e di giocarcela con tutti”.

E’ questo l’obiettivo che vi ponete?
“Si, tendenzialmente c’è la volontà di terminare la stagione al quarto o quinto posto. Poi ovviamente cercheremo di piazzarci tra le prime tre per accedere ai play-off, perché no?! Durante la stagione giocheremo con serenità, cercando di raccogliere il più possibile.”

L'Ostiamare esulta dopo il pareggio con la Perconti nella prima gara del Memorial Bini ©LauraDelGobboSei un allenatore che cura molto i dettagli: durante la preparazione come imposterai il lavoro dei tuoi ragazzi?
“Sotto l’aspetto atletico la squadra mi è apparsa in buona forma; poi come ho già accennato c’è qualcosa da rivedere in chiave tattica in determinate situazioni dettate dalla partita. Nel reparto offensivo stiamo abbastanza bene, poi è chiaro che con molti elementi nuovi, 5/11 contro la Perconti per esempio, ci vuole un po’ di tempo”.

Un tuo parere sul campionato Giovanissimi Elite in generale?
“E’ una competizione difficile, con squadre blasonate e fortissime. Se si parla del nostro girone, è veramente dura e credo che i primi tre posti siano già assegnati a Savio, Urbetevere e Tor Tre Teste, poi vedremo in che ordine. Noi siamo l’Ostiamare e ce la metteremo tutta, come sempre”.

Per un altro anno guiderai il gruppo dei classe 2001, un collettivo che ormai conosci bene. Può essere un fattore durante l’anno?
“Sicuramente è un vantaggio, però non sono l’unico, anche in altre società l’allenatore manterrà il gruppo della passata stagione. E’ un vantaggio per pochi, ma che comunque conta. Vedremo in corso d’opera, guardando il gioco delle varie squadre, quanto influirà”.

Infine, guardando il calendario del Girone A, le prime 6-7 giornate saranno di fuoco, con tutti gli scontri diretti. Come affronterete quel tour de force?
“E’ un calendario incredibile, per noi la quarta, quinta e sesta giornata saranno di fuoco, dato che incontreremo in sequenza Tor Tre Teste, Savio ed Urbetevere. Ritengo che il nostro imput, quest’anno, dovrà essere di non fallire le altre partite, in cui dovremo accumulare il maggior numero di punti possibili, poi ovviamente cercheremo di giocarcela anche negli scontri con le ‘big’.”