Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Muzzi: "Avremmo meritato la vittoria". Scurto: "Prestazione generosa"

Il commento dei tecnici di Roma e Palermo al termine del faccia a faccia di Cesa in Val di Chiana, dove si è disputata la prima giornata della final eight scudetto



Image title

Roberto Muzzi è soddisfatto della sua Roma nonostante l'1-1 all'esordio nella Final Eight:"Siamo partiti e abbiamo subito il gol del Palermo sull'unico crosspericoloso che erano riusciti a fare e per me l'errore di Crisanto in uscite è stato condizionato da un fallo commesso sul nostro portiere." I giallorossi hanno dimostrato però di sapere reagire: "Abbiamo colpiti due legni clamorosi sullo stesso tiro. Nella ripresa dopo il meritato pareggio abbiamo rischiato di vincere con la traversa centrata D'Urso. Ai punti vincevamo noi". I ragazzi di Muzzi hanno pagato però il forte pressing rosanero nelle prime fasi del match:"Contro di noi hanno sempre queste atteggiamento e ricorrono agli straordinari per non farci respirare a centrocampo. Tutto sommato però sono contento di come si è comportato la mia squadra. I molti cambi nella ripresa dimostra che posso contare su venticinque giocatori importanti e tutti potenzialmente titolari. Nella Final Eight le gare sono molto ravvicinati ed è importante avere ricambi importanti. L'unico errore da non ripetere è quello di regalare i primi venti minuti all'avversario. Se avevo paura che il mese di inattività ci facesse arrivare alle finali un po' arrugginiti? Un po' di timore c'era, però la risposta della squadra è stata importante e lo dimostra il fatto che abbiamo attaccato molto più del Palermo. Anche l'allenatore rosanero ed ex giocatore giallorosso Giuseppe Scurto nel dopo gara si dice contento della gara dei suoi, la cui prestazione è stata"grande ma soprattutto molto generosa", in particolare nel primo tempo con la Roma in difficoltà sulla trequarti avversaria. In campionato si erano date battaglia due volte, chiudendo sempre in pareggio. "Sapevamo di avere di fronte una grande squadra. Dovevamo chiudere la partita, la Roma ha forze a sufficienza per segnare in ogni momento" spiega poi il mister del Palermo. E sull'espulsione nella ripresa? Si è trattato di un'incomprensione. Cercavo di tranquillizzare i miei ragazzi in panchina e l'arbitro ha creduto mi riferissi a lui"