Notizie
Categorie:

Nasce la Nazionale della Camera dei deputati: ct Katia Serra

Lia Quartapelle: "Lanciamo l'iniziativa il giorno prima della giornata internazionale sulla violenza delle donne"



Il calcio femminile si arricchisce di una nuova squadra: alla Camera è stata infatti presentata ieri mattina laprima nazionale femminile delle parlamentari della storia. Donne di quasi tutti i partiti politici senza distinzioni, provenienti dai banchi di Montecitorio o dalle poltrone del Parlamento Europeo, hanno deciso di scendere in campo per lanciare un messaggio forte sul tema di genere: "Lanciamo l'iniziativa non a caso il giorno prima della giornata internazionale sulla violenza delle donne. Il nostro obiettivo più che sportivo è di sensibilizzazione, per dare dei messaggi attraverso lo sport e la testimonianza: uno di questi è che le donne sono in grado di fare qualsiasi cosa, le stesse che sanno fare gli uomini, quindi anche giocare a calcio", ha detto la deputata PD Lia Quartapelle. Naturalmente le "azzurre" della politica si sosterranno in autonomia, con quote di autofinanziamento per magliette, fitto degli impianti perallenamenti, partite e trasferte. Anche la guida tecnica sarà a titolo gratuito ed è stata affidata a una bandiera della nazionale italiana femminile. Katia Serra, oggi commentatrice RAI, direttore sportivo e responsabile del settore Calcio Femminile dell'Associazione Italiana Calciatori, si è detta entusiasta di sedere su questa panchina: "Il calcio è uno strumento educativo e di inclusione ed è bello riunire sotto la stessa maglia più colori politici.

La presentazioneInoltre mi è sempre piaciuta l'idea di portare avanti messaggi per tutte le donne attraverso il calcio, lo sport che amo, e per giocare al quale ho superato molti ostacoli 30 anni fa, quando scelsi di fare uno sport maschile emaschilista". Anche Laura Coccia (PD), atleta paralimpica prima del suo impegno parlamentare, ha posto l'accento sul tema della parità tra uomini e donne nel mondo dello sport: "Abbiamo scelto proprio il calcio perchè è lo sport più popolare e a prescindere dal luogo di provenienza, dalla lingua e dalla religione, c'è grandecapacità di amalgamarsi in un gruppo. Il calcio femminile èoggetto di alcuni stereotipi, così abbiamo deciso di far nascere questa nazionale per dimostrareancora una volta che le donne sanno fare esattamente le stessecose degli uomini. Lo sport femminile, e soprattutto il calcio,riceve molti meno finanziamenti e noi parlamentari scenderemo incampo per i diritti delle donne". Della nazionale parlamentari faranno parte per il Partito Democratico Lia Quartapelle, Laura Coccia, Anna Ascani, Simona Malpezzi, DanielaSbrollini, Caterina Bini, Gea Schirò, Lorenza Bonaccorsi,Francesca Bonomo, Chiara Gribaudo, Vincenza Bruno Bossio, VeronicaTentori, Francesca Puglisi e Fabrizia Giuliani, alle quali si aggiunge la senatrice Francesca Puglisi, per Scelta Civica Ilaria Capua e Paola Binetti, per la Lega Nord Barbara Saltamartini, per il Gruppo Misto Mara Mucci (ex M5S e Alternativa Libera). Tra le "oriunde" figurano poi le eurodeputate Elly Schlein (Possibile), Eleonora Forenza (Altra Europa con Tsipras) e Lara Comi (Forza Italia), direttamente da Bruxelles anche per dare un calcio al terrorismo. Il primo allenamento si è svolto in serata presso il Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito di Roma insieme ai colleghi della nazionale parlamentare maschile.