Notizie

Nazionale U19, domani la Georgia. Bonazzoli: "Buon test per l'Europeo"

Appuntamento a Genzano alle 14.30. Il bomber dell'Inter: "Dobbiamo scendere in campo con l’atteggiamento giusto"



Federico Bonazzoli, fresco vincitore della Viareggio Cup con la maglia dell'InterSeduta di rifinitura questa mattina per la Nazionale Under 19, che domani allo Stadio Comunale di Genzano di Roma (calcio d’inizio alle ore 14.30) affronterà la Georgia nell’ultima amichevole prima della Fase Elite del Campionato Europeo di categoria in programma dal 26 al 31 marzo in Austria. A guidare l’attacco degli Azzurrini ci sarà Federico Bonazzoli, il bomber della Primavera dell’Inter che la settimana scorsa ha vinto il ‘Viareggio’ laureandosi capocannoniere e venendo premiato come miglior giocatore del torneo. Un momento d’oro per il bomber nerazzurro, entrato nel giro della prima squadra prima con Mazzarri e poi con Mancini e diventato il più giovane esordiente della storia della Nazionale Under 21 dopo aver giocato a 17 anni e 6 mesi gli ultimi minuti dell’amichevole dello scorso 17 novembre con la Danimarca. “E’ un periodo molto felice per me – conferma – avevo solo bisogno di giocare. L’importante è trovare continuità e farsi trovare sempre pronto”. A cominciare da domani con i pari età georgiani: “E’ un’amichevole da affrontare come se fosse una gara della Fase Elite, dobbiamo prepararci all’Europeo e scendere in campo con l’atteggiamento giusto”. A differenza di molti coetanei che faticano a trovare spazio in prima squadra, Bonazzoli con il club ha debuttato non solo in Serie A, ma anche in Europa: “Sto avendo una grandissima opportunità, che mi permette di migliorare sia a livello tecnico che come persona. Mi ritengo un ragazzo molto fortunato”. E poi c’è la Nazionale, con il desiderio di poter entrare a far parte della rosa che parteciperà alla Fase Finale dell’Europeo Under 21: “Ci spero e metto sempre il massimo impegno, mi piacerebbe molto andare all’Europeo, ma poi sarà mister Di Biagio a decidere. La Nazionale è una diretta conseguenza di quello che riesci a fare con il club e indossare la maglia azzurra è una delle cose più belle per un giocatore”.