Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Nazionali all'attacco: ecco come cambiano i Giovanissimi

La prima puntata del nostro speciale è dedicata alle novità tra i 2001 dove Lazio e Frosinone, tra rientri e nuovi arrivi, si preparano ad un girone di ritorno a trazione anteriore



La prima puntata di "Nazionali all'attacco" è dedicata ai Giovanissimi, domani sarà il turno degli AllieviL'obiettivo per questo girone di ritorno sarà quello di riprendere la Roma. Impresa non facile visto il passo tenuto dai giallorossi ma a cui Lazio e soprattutto Frosinone non vogliono assolutamente rinunciare. Idea tutt'altro che irrealizzabile dato che, in vista del nuovo anno, Carinci e Ruggeri potranno contare su un reparto d'attacco decisamente rinvigorito.

Del Mastro è pronto a prendersi la sua Lazio ©photosportroma.itFinalmente al completo Da qui alla fine, Ruggeri e i suoi lanceranno l'assalto alle finali. L'obiettivo è chiaro soprattutto in vista di un girone di ritorno a cui la Lazio si presenta al gran completo. Rispetto all'andata, nel 4-2-3-1 biancoceleste ci saranno sin da subito due come Adusa e Del Mastro. L'ex Reggiana, schierato sull'out di sinistra, per problemi burocratici ha giocato solamente l'ultima parte del girone d'andata ma ha già dimostrato di essere l'elemento con maggiore qualità a disposizione di Ruggeri. L'allenatore si affiderà ai suoi dribbling e alla sua imprevedibilità per scardinare le difese avversarie. Rientro “pesante” è sicuramente anche quello di Del Mastro fermato ad inizio stagione da un infortunio. Le noie fisiche sono ormai un lontano ricordo e l'ex Tor Tre Teste pare aver recuperato la forma migliore come dimostra il titolo di capocannoniere al IV Memorial Mauro Porcelli (ben otto i gol segnati, ndr). Il suo fisico e la capacità di far salire la squadra, qualità già intraviste nel derby, rappresenteranno la vera arma in più su cui la Lazio potrà puntare in vista del finale di stagione. Occhi puntati quindi su un Del Mastro che potrebbe davvero essere uno dei profili più interessanti di questo 2016.

Merola, con lui il Frosinone rilancia la sua rincorsa alla RomaPiù di una semplice alternativa Il Frosinone, a sorpresa, si è rivelato come l'unica vera antagonista della Roma che, tra l'altro, è stata l'unica in grado di stoppare l'ascesa dei ciociari. Dopo un girone d'andata simile, i canarini non vogliono però fermarsi ma anzi hanno rilanciato facendo un bel regalo di Natale a Carinci: Emanuele Merola. Il colosso, ormai ex Accademia Calcio Roma, ha già dimostrato di avere la fame giusta per far bene su un palcoscenico come quello dei Nazionali. Andato in gol alla sua prima presenza con il Frosinone nel IV Memorial Mauro Porcelli, ha dato prova di poter essere qualcosa in più di una semplice alternativa di lusso ad Altobello. Almeno inizialmente, il suo compito sarà quello di far rifiatare l'attuale capocannoniere gialloblu ma attenzione alle sorprese. Un tandem d'attacco Merola-Altobello non è poi un'idea così assurda e si sa che, da uno come Carinci, ci si può aspettare davvero di tutto.

Domani sera non perderti la seconda puntata del nostro speciale "Nazionali all'attacco" dedicata agli Allievi Nazionali