Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Neglia trascina la Viterbese e manda al tappeto il Terracina

"Prima" da dimenticare per mister Sergio: al Colavolpe i gialloblu passano di misura



10a Giornata - 09 nov 2014
1 - 2

MARCATORI  6’e 38’ pt Neglia (V), 16’ st su rig. De Angelis (T).
TERRACINA Di Loreti 5.5, Abachisti 6 (39’ pt Pernasilio 6), Serapiglia 6, Ortega 6 (1’ st Sopcic 6), Mbida 6, Botta 6, Paulis 6 (1’ st Flamini 6), De Angelis 6.5, D’Agostino 6, Cordeddu 6. PANCHINA Rossi, Bartolomeo, Benedetti, Ricci, Marconi, Restaini. ALLENATORE Sergio.
VITERBESE Fadda 6, Perocchi 5.5, Tuniz 6, Scardala 6.5, Dalmazzi 6 (40’ st Giurato sv), Nuvoli 6, Neglia 7 (40’ st Gimmelli sv), Giannone 6, Saraniti 6.5, Morini 6.5 (21’ st Spinelli 6), Pero Nullo 6.5. PANCHINA Zonfrilli, Pingitore, Cirina, Pacciardi, Faenzi, Pippi. ALLENATORE Ferazzoli.
ARBITRO Sig. Provesi di Treviglio, voto 6.
ASSISTENTI Santi e Berti di Prato.
NOTE Angoli 4- 5 Ammoniti Serapiglia, Abachisti, Neglia, Falasca, Nuvoli. Recupero 2’ pt – 4’ st Allontanato al 23’st il tecnico del Terracina, Raffaele Sergio.  

Il cambio di panchina non fa bene alla squadra biancoazzurra che, dopo la sconfitta in casa del Selargius e nonostante una seconda frazione di gioco tutta in avanti, non riesce a mettere in tasca i tre punti regalando la vittoria ad una Viterbese brava a mettere al sicuro il risultato già nella prima frazione. La squadra di Ferazzoli sale così a quota 20 in classifica generale, sei lunghezze sotto la capolista Lupa Castelli Romani.

Image titlePrima frazione tutta di marca gialloblu con Neglia che, appena sei minuti il calcio di inizio, approfitta di una disattenzione difensiva per sbloccare il risultato. I padroni di casa non ci mettono molto a reagire, ma senza destare troppe preoccupazioni. All’ 11’, è D’Agostino a crossare per il compagno di reparto De Angelis che, da posizione ravvicinata, colpisce la palla di testa mandandola largamente oltre la traversa. Dieci minuti dopo stesso copione nell’area di Fadda. Al 23’, nel batti e ribatti nell’area piccola biancoazzurra, è Morini ad agganciare la sfera, ma Di Loreti è lesto nell’anticiparlo prima del tiro. Mentre D’Agostino cerca di pareggiare i conti con un tiro sul secondo palo che Fadda riesce a far suo, dalla parte opposta del campo, al 38’, è ancora Neglia a confermarsi bestia nera per i terracinesi. Nella mischia creatasi nell’area dei pontini, il centrocampista riesce ad agganciare di testa la sfera gonfiando la rete nell’angolino basso alla sinistra di Di Loreti. Il Terracina accusa il colpo e rischia il tris nei minuti finali del tempo con Morini. Nella ripresa il tecnico dei tigrotti cambia le carte in tavola e la partita prende pieghe diverse. Più pericolosi, ma più spreconi i tigrotti, più blandi e poco cinici i viterbesi. All’ 11’ il primo brivido per Fadda con D’Agostino servito da Sopcic che però pecca di mira. Il forcing terracinese trova la via del gol complice una scivolata in area di Perocchi che tocca la sfera con le mani. Il direttore di gara assegna il penalty ai padroni di casa e dal dischetto De Angelis accorcia le distanze. La rete galvanizza ulteriormente i biancoazzurri che si portano in avanti ben gestiti dalla retroguardia gialloblu. Ci provano D’Agostino, De Angelis, Falasca e Cordeddu, ma, nonostante il visibile calo, la Viterbese regge fino alla fine salvando il risultato e sfiorando la terza rete nuovamente con Neglia che stavolta pecca di poca convinzione calciando debole a tu per tu con Di Loreti. Nei minuti finali c’è solo il Terracina alla ricerca del pareggio, ma, al triplice fischio, ai tigrotti, bravi a reagire allo svantaggio, rimane solo la certezza di essersi svegliati troppo tardi.