Notizie
Categorie: Altri sport

Nei campionati Under 23 in Georgia gli atleti tuscolani incontrano qualche difficoltà

Guerra si ferma al tabellone dei 16, mentre nel femminile, nonostante le credenziali, Mancini e Palumbo escono agli ottavi



Mancini e Palumbo fotoBizziIn attesa del super-appuntamento del 15-23 luglio a Kazan, dove si disputeranno i mondiali Assoluti del 2014, il Frascati Scherma attendeva buone notizie da Tbilisi, capitale della Georgia in cui si stanno tenendo i campionati europei Under 23. Ma le gare individuali non hanno regalato grandi soddisfazioni ai fiorettisti Filippo Guerra, Camilla Mancini e Francesca Palumbo che assieme ai maestri Marco Ramacci (fioretto) e Andrea Aquili (sciabola) e alla “riserva” Francesco Trani (nella squadra del fioretto) hanno composto la spedizione del club tuscolano in Georgia. L’ultimo a scendere in pedana in ordine di tempo è stato proprio Guerra che proprio nella mattinata di oggi (giovedì) ha dovuto abbandonare la competizione nel tabellone dei 16. Già nei gironi il percorso del fiorettista del Frascati Scherma non era stato brillantissimo (due vittorie e tre sconfitte), poi nella fase ad eliminazione l’azzurro aveva battuto in maniera convincente il britannico Bryant per 15-9 e successivamente si è fermato al cospetto del polacco Janda agli ottavi (sconfitta per 12-15). Un pizzico di delusione in più per la prova femminile dove Camilla Mancini e Francesca Palumbo erano arrivate con credenziali importanti, ma entrambe hanno dovuto lasciare la competizione negli ottavi di finale. La Mancini aveva avuto un discreto approccio nella fase a gironi (tre vittorie e una sconfitta), ma un sorteggio non molto fortunato (che le ha riservato la russa Zagidullina, poi vice-campionessa d’Europa) e un assalto non felice perso per 13-15 non le hanno consentito di andare alla ricerca di una medaglia. Discorso simile per la Palumbo che, dopo aver superato i gironi con quattro vittorie e una sola sconfitta, si è fatta sorprendere dall’austriaca Wohlgemuth (poi estromessa in semifinale dalla stessa Zagidullina) col punteggio di 15-13. Per i ragazzi del Frascati Scherma c’è la possibilità di riscattarsi nelle prove a squadre: le ragazze scenderanno in pedana domani, mentre i ragazzi gareggeranno sabato, nel giorno di chiusura della kermesse continentale giovanile.