Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Nel sabato delle prime volte, il Tor di Quinto alza la voce

Contro il Certosa non ha sono arrivati solo i 3 punti in casa rossoblu, ma sono salite anche le "quote titolo"



Ha regalato diversi spunti di riflessione il sabato appena andato in archivio. E' il tempo delle caratteristiche che da accennate diventano spiccate. Il tempo in cui la serie di risultati non può più essere solo la congiunzione di tante circostanze. Un po' come in quel gioco in cui bisogna annerire gli spazi per vedere quale immagine verrà fuori, ecco che questa decima giornata ne ha riempiti parecchi, iniziando con il risultato al termine della sfida di via di Centocelle

Nicolucci, simbolo della stagione del Tor di Quinto per qualità e quantità (foto ©Lori)Peso...Massimo Abbiamo visto un Tor di Quinto davvero autoritario, maturo. E il riferimento ad una ragione anagrafica è abbastanza automatico. Nella quantità, ma soprattutto nella qualità. Vergari ha la possibilità di schierare in campo non solo ragazzi in grado di coprire un campionato, nonché le sfide più difficili, con una grandissima regolarità di rendimento dettato dalle precedenti esperienze, ma ha la possibilità di schierare elementi che hanno qualità tali da risultare al di fuori del contesto ordinario. Nicolucci è un esterno che tutti vorrebbero avere. In questa stagione sta anche migliorando nella regolarità sotto porta. Proprio il gol messo a segno per il momentaneo 2-0, da lui realizzato, in casa del Certosa fotografa il momento e la stagione dei rossoblu. Esultanza ridotta quasi al minimo. Non una parola fuori posto, ordine, compattezza e continuità. E' un Tor di Quinto che può davvero pensare in grande. Dalla sfida probabilmente il Certosa ne esce, invece, ridimensionato. Negli impegni precedenti contro pari grado (Savio e Grifone, con i biancazzurri che ora li hanno anche sorpassati) i neroverdi hanno solamente pareggiato, per altro senza segnare. Avere una buona tenuta difensiva può aiutare, ma Ranalli ed i suoi devono iniziare a trovare da subito gol con maggiore regolarità se vogliono rimanere in corsa fino alla fine. Prima sconfitta per i neroverdi, così come per il Grifone. I rossoblu hanno avuto più di qualche difficoltà nell'affrontare un Ladispoli che, storicamente, tra le mura amiche centra molti punti. Plauso dunque alla formazione di Dolente, la prima a fermare una corsa lunghissima e che, dopo la vittoria contro l'Accademia, sembrava non doversi fermare. Infine, prima vittoria in campionato anche per il Villalba, ora resta solo il Tor Sapienza.