Notizie

Nemi, Roberto Prasseda in concerto al piano- pédalier

Nello scenario del Museo delle Navi Romane, un 'insolita esibizione organizzata dall'Accademia degli sfaccendati.



L'Accademia degli sfaccendati propone, per domenica 4 ottobre, il concerto di Roberto Prasseda. Alle 19:30, nel suggestivo spazio del Museo delle Navi Romane di Nemi, l'artista latinense suonerà un rarissimo piano- pédalier, uno strumento singolare, difficile da vedere e soprattutto da ascoltare. Foto ©PrassedaConosciuto anche con il nome di pedal piano o pedalflügel, questo insolito pianoforte è realizzato con una pedaliera di tipo organistico, di solito collegata ad una seconda cordiera, cioè, per semplificare, ad unaltro pianoforte che viene suonato con i piedi. Mozart possedeva un piano-pédalier su cui improvvisava per il pubblico e col quale suonò per la prima volta il suo Concerto K466.  Al Museo delle Navi Romane ci sarà il Pinchi Pedalpiano System che consente di formare un piano-pédalier sovrapponendo due normali pianoforti a coda.  Roberto Prosseda, virtuoso interprete della tastiera, eseguirà musiche scritte per lo strumento da Schumann, Boëly, Gounod, Alkan e, in prima assoluta, un Preludio e Fuga composto da Francesco Fiore. Il concerto è realizzato in partenariato con il Palazzetto Bru Zane - Centre de musique romantique française di Venezia. I Concerti dell’Accademia degli Sfaccendati – organizzati in collaborazione con i Comuni di Ariccia, Genzano di Roma e Nemi che hanno stabilito tra di loro una lungimirante sinergia – si avvalgono, da quest’anno, anche  della collaborazione del Parco dei Castelli Romani e del sostegno di Romana Ambiente. "I Concerti dell’ Accademia degli Sfaccendati" presso il Palazzo Chigi di Ariccia si sono affermati nel panorama europeo delle rassegne musicali sia per la qualità artistica degli interpreti che per l’originalità e lo spessore culturale delle programmazioni. Il progetto, ideato e curato da Giacomo Fasola e Giovanna Manci per l’organizzazione della Coop Art di Roma con la collaborazione del Comune di Ariccia ed il contributo del Ministero dei Beni e delle  Attività Culturali e del Turismo e della Regione Lazio, si propone di valorizzare una importante tradizione culturale legata al territorio ma di respiro e rilevanza nazionale, quella dell’Accademia degli Sfaccendati fondata a Roma nel 1672 dai Chigi ed attiva nel palazzo nobiliare di Ariccia.