Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Nike Premier Cup: trionfa il Poggio Degli Ulivi, Savio ko

La compagine abruzzese si aggiudica l'ultimo atto ed a Marzo giocherà la Manchester United Premier Cup



POGGIO DEGLI ULIVI – SAVIO 1-0

MARCATORE
Sciarretta 11’pt rig. (P)
POGGIO DEGLI ULIVI Quaranta, Ulisse (8’pt Innocente), Fazzini, Tottone, Paolilli, Sichetti, Maggiore, Sciarretta, Di Nino (10’st Angelozzi), Assogna (6’st Pagliara), Grilla PANCHINA Marzuoli, Martella, Palusci, D’Attanasio ALLENATORE Gabriele
SAVIO Del Giudice, Monaco (15’st Martinelli), Pesarin, Iannoni (18’st Samb), Galassini, Salvatore, Santucci, Scognamiglio (6’st Vadalà), Ferrante, Scorzoni, Spataro (6’st Muscariello) PANCHINA Lombardi, Nastasi, Ferri ALLENATORE Bartoli
ARBITRO Morano M. di Roma 2
ASSISTENTI Morano L. e Liberale di Roma2
NOTE Ammonito Santucci Angoli 7-1 Rec. 3’st

Il Poggio Degli Ulivi con la coppa ©Paolo LoriIl Poggio Degli Ulivi trionfa contro il Savio nell’ultimo atto della Nike Premier Cup: decide un rigore di Sciarretta nella prima frazione. Sconfitta a dir poco immeritata per i ragazzi di Bartoli, che sono partiti in sordina ma poi con il passare dei minuti hanno dominato gli avversari, soprattutto nella ripresa. La compagine di Gabriele ha però avuto il merito di dimostrarsi cinica, attenta e rocciosa, sfruttando al massimo l’unica occasione creata, salvo poi chiudersi in difesa per difendere il risultato. Al 5’ di gioco arriva il primo brivido del match, ed è per i capitolini: Ferrante scappa bene in serpentina sull’out mancino, assist arretrato per l’accorrente Scognamiglio che calcia di prima, pallone smorzato dall’intervento di un difensore e bloccato in presa bassa da Quaranta. Gli abruzzesi non ci mettono molto a reagire, ed al primo vero affondo trovano il vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione alla destra, Galassini tocca di mano e l’arbitro giustamente concede il rigore: sul dischetto si presenta Sciarretta che incrocia alla grande spiazzando Lombardi. Lo svantaggio non demoralizza il Savio, che attacca di nuovo con decisione: manovra che parte sempre da sinistra, da dove Ferrante crossa basso in area, sul secondo palo irrompe Santucci la cui conclusione termina fuori; a seguire Quaranta si deve superare con un gran tuffo sulla potente conclusione ravvicinata del solito Ferrante, molto attivo. Un paio di ribaltamenti di fronte chiudono la prima frazione di gioco, giocata in maniera non brillantissima sia dagli ospiti che dai locali, i quali però hanno avuto il merito di segnare. Nella ripresa il Savio riprende in mano le redini del gioco, ma la sua manovra è troppo in orizzontale e troppo lenta, con difesa e centrocampo non sufficientemente vicini, perciò il Poggio Degli Ulivi si abbassa, copre bene gli spazi e non fornisce sbocchi agli avversari. Dalla panchina il tecnico blues Bartoli spinge i suoi a forzare più la mano prendendosi più responsabilità in verticale, così a metà frazione i romani riescono ad attaccare con più convinzione, non creando limpide occasioni da gol ma stazionando più costantemente nella metà campo avversaria. Arrivano tre calci d’angolo consecutivi per gli azzurri, due direttamente in porta su cui Quaranta trova dei gran riflessi, sul terzo il colpo di testa di Scorzoni termina alto. Ora è un assedio del Savio: Ferrante calcia col mancino dal limite, di poco a lato, poco dopo Martinelli ci prova a palombella dal limite, Quaranta smanaccia in corner. E’ l’ultima emozione, perché non c’è più tempo: il triplice fischio dell’arbitro fa esplodere la gioia del Poggio Degli Ulivi, che trionfa ed ora andrà a giocare a Marzo la Manchester United Premier Cup. Rammarico per il Savio, che però esce a testa altissima dalla manifestazione, avendo mostrato a tutti le proprie potenzialità.