Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Nohman - Chiesa, la corsa della Lupa Castelli continua

La capolista non sbaglia e contro l'Isola Liri ritrova la vittoria



14a Giornata - 07 dic 2014
0 - 2

MARCATORI: Nohman al 2’ pt, Chiesa al 18’ st
ISOLA LIRI: Caldaroni, Reali, Gentile, Lanni, Schettino, Conti, Graziani, Simonetti, Basilico (dal 46’ st Cerqua), Martino (dal 3’ st Atturo), Bianchi (dal 22’ st Federico) PANCHINA Casagrande, Cancanelli, Venditti A., Venditti S., Giovannone, Paesano. ALLENATORE Ciardi
LUPA CASTELLI ROMANI: Tassi, Mazzei (dal 37’ st Di Nezza), Colantoni, Fantini, De Gol, Baylon, Boldrini, Icardi, Nohman (dal 33’ st Montesi), Chiesa (dal 41’ st Barone), Siclari PANCHINA Serpietri, Gordini, D’Orazi, Traditi, Copponi. ALLENATORE Galluzzo
ARBITRO: Sig. Agostini di Bologna
ASSISTENTI: Sig. Gentileschi di Terni, Sig. Primieri Granieri di Perugia
NOTE Ammoniti Conti, Atturo (I), Mazzei, Fantini, De Gol (L)


Chiesa, in gol contro l'Isola LiriLa Lupa batte l’Isola Liri con un gol per tempo, e tiene a distanza di sicurezza la Viterbese che nella giornata di domenica torna con tre punti dalla trasferta di Palestrina. Rispetto alle ultime uscite ufficiali, mister Galluzzo sceglie una linea difensiva esperta, dando un turno di riposo a Gordini e schierando davanti a Tassi la coppia De Gol-Baylon, con Colantoni a sinistra ed a destra Mazzei. Centrocampo inedito con Fantini e Chiesa, Icardi esterno a destra, Boldrini a sinistra. Siclari gioca alle spalle di Nohman, per una coppia di attacco che annovera la bellezza di 21 gol realizzati in 13 gare ufficiali. Dopo appena 2 minuti di gioco, non a caso, è proprio Nohman a sbloccare il risultato, insaccando di testa un perfetto cross di Colantoni dalla tre quarti sinistra. L’Isola Liri, in formazione peraltro molto rimaneggiata a seguito delle vicissitudini societarie degli ultimi giorni, non sembra però voler alzare bandiera bianca nonostante l’avvio decisamente in salita e cerca di sfruttare la foga agonistica dei suoi, perfettamente a proprio agio su un terreno di gioco in condizioni a dir poco proibitive che invece complica la vita ai palleggiatori della Lupa. Al 24’ i padroni di casa ci provano con Basilico, sicuramente il migliore tra i suoi, ma il suo tiro non inquadra la porta. Pochi minuti più tardi è Icardi ad avere tra i piedi la palla giusta per chiudere anzitempo i conti, ma la conclusione del giovane ‘96 castellano non è precisa, proprio come la risposta di Basilico. La Lupa chiude la prima frazione di gara in avanti, ma l’Isola Liri è fortunata quando un suo difensore respinge al centro dell’area il pallone messo in mezzo da Boldrini, che non chiedeva altro che essere appoggiato in rete. Nella ripresa c’è gloria anche per Tassi, che dice di no a Graziani, ma al 18’ sono i castellani a raddoppiare, al termine di una splendida azione di contropiede. Boldrini recupera palla sulla sinistra e apre per Siclari che accorre per vie centrali. L’ex San Cesareo vede dall’altra parte l’incursione di Chiesa, che riceve il pallone e supera Caldaroni realizzando il 2-0. L’Isola Liri è alle corde, e la Lupa rischia di dilagare: ci prova prima Boldrini, vittima del terreno di gioco a due passi dalla porta, poi dopo un bell’intervento di Tassi sul solito Basilico è ancora Boldrini ad andare vicino al 3-0 quando di tacco si fa respingere il pallone dalla difesa avversaria. Sugli sviluppi dell’azione, Montesi di piatto non riesce a dare alla sfera la forza giusta e l’Isola Liri si salva. Il risultato non cambia più, ma è sufficiente alla Lupa per portarsi a casa l’undicesima vittoria in campionato (33 i gol fatti, 10 quelli subiti). Domani, però, sarà già tempo di tornare in campo: mercoledì pomeriggio al Montefiore di Rocca Priora arriva il Matelica per i quarti di finale di Coppa Italia, per continuare una marcia che fino ad ora sembra non conoscere intoppi.