Notizie

Nolano e Meledandri: via Candiani si colora di orange

Secco 0-3 della formazione di Roberto Baronio, che supera il primo ostacolo in queste fasi finali. L'esterno apre le danze, il fantasista chiude i giochi.



MARCATORI  27'pt Nolano, 38'pt e 12'st Meledandri

NUOVA TOR TRE TESTE  Paglici, Pinna (8'st La Penna), Pellegrini, Altomare, Appodio, Contucci (8'st Caprioli), Lo Russo (13'st Ingannamorte), Pochi (31'st Baraldi), Lupi, Piras (11'st Balistrieri), Ciotti (19'st Michettoni) PANCHINA Vartolo ALLENATORE Alfonsi

FUTBOLCLUB  Nota, Scorta (16'st Premici), Maestrelli, Liburdi (24'st Sconciaforni), Cardelli, Siciliano, Fratini (21'st Impallomeni), Meledandri, Chiti (25'st Craxi), Signorino (11'st Bernardi), Nolano (32'st Cunzo) PANCHINA Diamanti ALLENATORE Baronio

ARBITRO  Tiseo di Tivoli

NOTE Ammoniti  Ciotti, Fratini, Nolano, Sconciaforni, Bernardi. Rec. 0'pt - 4'st


Il bello del calcio, probabilmente, è che non sempre a sorridere è il più forte. Il quarto di finale tra Nuova Tor Tre Teste e Futbolclub, oltre a segnare il riscatto orange dopo l'eliminazione dei Giovanissimi proprio per mano dei rossoblu, ne è stata la prova evidente. Quella di Alfonsi era infatti la squadra che godeva dei favori del pronostico visto che, oltre al doppio risultato, poteva contare anche su un tasso tecnico decisamente maggiore. Stavolta a spuntarla è stato però il Futbolclub di Baronio che, dopo un avvio assai incerto, è riuscito a portarsi a casa la qualificazione grazie ad una maggiore incisività e a una compattezza che, di fatto, sono state le mancanze più gravi della compagine di via Candiani.


L'avvio di gara è tutto a tinte rossoblu con la Nuova Tor Tre Teste che, nel giro di una decina di minuti, si rende pericolosa in ben due occasioni. La prima dopo appena centoventi secondi con Piras che ruba palla a Siciliano sulla trequarti destra per poi essere fermato con le cattive al limite dell'area. La seconda occasione arriverà poi direttamente su rinvio di Paglici con Siciliano che ingenuamente lascia rimbalzare il pallone e poi sarà sempre Piras ad insinuarsi con un colpo di testa che scavalca Nota in uscita salvato poi dal provvidenziale intervento sulla linea di Cardelli.Roberto Baronio © photosportroma.it

In e out.  Capitolo a parte lo merita la coppia centrale orange. Se infatti Siciliano non ha vissuto oggi una delle sue migliori giornate, come dimostrano già i due errori in avvio di gara, Cardelli ha sicuramente dato vita ad una grande prestazione. Il centrale può infatti vantare ben due salvataggi sulla linea ed un recupero in extremis su Lupi da solo a centro area evitando così un gol che avrebbe a tutti gli effetti rimesso in corsa i rossoblu. 


Killer instinct orange.  Poco prima della mezzora ecco però che i ragazzi di Baronio capovolgono le sorti del match che sino a quel momento li ha visti soffrire la gran mole di gioco avversaria. Chiti calcia direttamente in area una punizione poco dopo la linea di centrocampo. Sul pallone si avventa in “estirada” Nolano che deposita così il pallone in rete con Paglici che può solo sfiorare la sfera. In chiusura di primo tempo il Futbolclub, alla sua seconda occasione,  punirà ancora una volta una Nuova Tor Tre Teste sì bella ma incapace di pungere. Gli orange muovono bene palla sull'out di sinistra dove ancora Nolano riuscirà a trovare il fondo approfittando di un Pochi non perfetto in fase di chiusura. L'undici ospite centrerà così un pallone sul secondo palo dove spunta la testa di Meledandri per un 2-0 che di fatto taglierà le gambe ai rossoblu.


Ormai è tardi.  La rete di Meledandri peserà come un macigno sull'economia di una partita che, nonostante gli sforzi, la formazione di Alfonsi non riuscirà più a rimettere in piedi. Dopo pochi minuti dal rientro in campo il tecnico proverà anche ad aumentare il peso offensivo dei suoi con una girandola di cambi, passando anche alla difesa a tre, ma senza riuscire a trovare il bandolo della matassa passato ora stabilmente in mano a Baronio. Il tecnico orange approfitta in pieno del doppio vantaggio schierando ora una squadra corta e pronta a ripartire sfruttando gli ampi spazi che gli avversari sono costretti a concedere. Ecco così che al dodicesimo della ripresa arriverà il colpo del definitivo ko. Su una ripartenza dalla destra Fratini cambia gioco per Nolano che subito dopo metterà in mezzo un pallone su cui si avventa ancora una volta Meledandri che con un bel taglio brucia la difesa rossoblu per un 3-0 che promuove così a pieni voti Baronio e i suoi ragazzi.