Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Nolano - Pedrazzini, la Lazio schianta il Bari al "Gentili"

Vittoria sofferta ma meritata quella dei biancocelesti contro i galletti di Nicola Legrottaglie che tornano in Puglia comunque a testa alta



LAZIO BARI 2-0
MARCATORI 25'pt Nolano, 26'st Pedrazzini
LAZIO Borrelli 6, Cotani 6, Picozzi 6, Folorunsho 6,5 (36'st Mancini), Pedrazzini 6,5, Cardelli 7,5, Castaldi 6 (5'st Marrocco 6), Giannone 5,5 (22'st Tomei sv), Bezziccheri 6, Cardoselli 6 (15'Sula 6), Nolano 7 (38'st Insegno) PANCHINA Caruso, Di Pietro, Zampa, Carbone ALLENATORE Franceschini
BARI Perna 5,5, Massisi 5,5, Barone 6, Vurro 5,5 (17'st Cappellari), Ciampa 6,5, Cigliano 7, Turi 5,5, Bianchi 6, Portoghese 6, Del Lino 6 (15'st De Palma), Ostuni 6 PANCHINA Rilietti, Mongello, Romanazzo, Panebianco, Natale, Del Muro, Rossi, Del Muro, Ippedico ALLENATORE Legrottaglie
ARBITRO Citarella di Matera 5,5 Assistenti Papitto e Apolito di Roma 2
NOTE Angoli 1-2 Rec. 1'pt, 5'st

Mister Franceschini ©Gazzetta RegionaleGrande vittoria al "Gentili" per la Lazio. 'Grande' perchè arrivata contro un Bari in grande spolvero, venuto a Roma non per fare una scampagnata ma per giocarsi la partita dal primo all'ultimo. Alla fine l'hanno spuntata i biancocelesti che sbloccano prima il match con il gol di Nolano (che ribadisce in rete un rigore sbagliato da Cardoselli), restitono alla reazione del Bari nella ripresa e chiudono il match nel momento migliore dei pugliesi con il colpo di testa di Pedrazzini mettendo il sigillo  su una vittoria non facile da conquistare ma sicuramente da grande squadra.
Primo tempo. La prima occasione la crea la Lazio al 6' con Nolano che arriva prima di tutti su una palla vagante in area e prova a sorprendere di testa Perna, il portiere però blocca in presa sicura. Cinque minuti più tardi Pedrazzini gonfia la rete deviando al volo su una bella sventagliata dalla tre quarti su calcio piazzato, ma il fischio dell'arbitro strozza l'urlo in gola al difensore pescato in posizione di offside. La Lazio aumenta la pressione e si renda ancora pericolosa al 14' con un altro difensore, Cardelli, che prova a deviare una bella punizione calciata forte in area ma il suo piattone non trova lo specchio della porta. Al quarto d'ora ancora pericolosa la Lazio, ancora su calcio piazzato dal limite dell'area: Cardoselli calcia praticamente dai sedici metri, disegna una parabola sublime ma il pallone termina la sua corsa clamorosamente sulla traversa. Al 24' sul tiro da fuori area di Castaldi, Ciampa tocca il pallone con la mano e Citarella assegna il calcio di rigore: dal dischetto va Caroselli che però calcia male, il portiere respinge ma il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone è Nolano che spara il pallone sotto la traversa per l'1-0 biancoceleste. Due minuti i padroni di casa potrebbero raddoppiare: assist fantastico in area di Cardoselli per Nolano ma il tiro incrociato di controbalzo dell'esterno si spegne di un soffio a lato.
Secondo tempo. Ad inizio ripresa è più intraprendente il Bari che approfitta di una Lazio troppo spenta. La difesa biancoceleste però si difende bene dagli attacchi dei pugliesi. La Lazio si rifà pericolosa al 25' con una bella puinizione di Folorunsho che costringe Perna alla deviazione in angolo; sugli sviluppi del corner i padroni di casa, un po' a sorpresa, raddoppiano: palla sventagliata verso il secondo palo, il portiere si fa colpevolmente tradire dal rimbalza e ad approfittarne è Pedrazzini che è reattivo a girare in porta il pallone con un bel colpo di testa in torsione. La partita di fatto si chiude e la Lazio potrebbe adddirittura raddoppiare con Bezziccheri: azione fantastica sulla sinistra di Nolano e palla al centro per il centravanti che spara verso la porta esaltando però i riflessi di Perna. E' l'ultima occasione del match con la Lazio che addormenta il match fino al triplice fischio di Citarella.