Notizie
Categorie: Dilettanti

Nuova Virtus, Carnevale: "Tifosi venite a sostenerci!"

Il direttore sportivo richiama i sostenitori: "Avremmo piacere di vedere tanta gente al Ferraris"



Pasquale CarnevaleLa Nuova Virtus si avvia a grandi passi verso l’esordio in Prima categoria. Accadrà domenica, al Ferraris di Santa Maria delle Mole, a partire dalle ore 11: avversario di turno la Virtus Poli. «Sappiamo poco o nulla della squadra ospite – dice il direttore sportivo Pasquale Carnevale -, in ogni caso siamo abituati a guardare in casa nostra. Purtroppo mancheranno tre ragazzi per squalifica, vale a dire Celani, Bianconi e Massara, ma sono convinto che chi giocherà al loro posto darà il massimo. Invito tutti gli appassionati di calcio della nostra città a venirci a vedere, l’ingresso è libero e avremmo piacere di vedere tanta gente al Ferraris, anche per una forma di sostegno nei confronti dei ragazzi». Che finora hanno svolto una buona prima fase di stagione. «Il triangolare di Coppa ci ha dato risposte importanti – dice Carnevale – Avevamo di fronte due squadre che hanno concluso lo scorso campionato di Prima categoria al quarto posto, l’Atletico Morena che si è pure rinforzato e la Luiss dell’ex giocatore della Roma Fabio Petruzzi, e poi non va dimenticato che noi siamo una neopromossa. Abbiamo ottenuto due pareggi (un 2-2 a Morena e uno 0-0 domenica scorsa contro la Luiss in casa, ndr) e ci è mancato solo un guizzo nella seconda partita per vincere e passare il turno. Ora attendiamo che il comitato effettui il sorteggio per capire chi tra noi e l’Atletico Morena (stessi punti, stessa differenza reti e identici gol fatti e subiti, ndr) passerà il turno di Coppa: ci piacerebbe andare avanti». Si è concluso anche il primo mese di nuovi equilibri societari per il club nato dalle basi gettate dal “vecchio” Real Cava dei Selci del presidente Roberto Grossi e rafforzato dagli ingressi dell’altro presidente Giammario Zoffoli e del presidente onorario Enzo Bazzuchi. «La fase del fidanzamento sta avendo riscontri positivi – sorride Carnevale – Abbiamo cercato un nome che rimandi ad uno storico club della nostra zona e “unito” le forze per crescere. In piccolo abbiamo fatto quello che anni fa fece Camerini con l’Albalonga, creando una realtà fortissima sul territorio: speriamo di riuscire a ritagliarci uno spazio importante anche noi. Per quest’anno, però, l’obiettivo è fare i 40 punti al più presto: abbiamo una squadra “a chilometri zero” e vogliamo valorizzare i nostri ragazzi».