Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

Nuovo colpo per la Lupa: preso Alessandro Morbidelli

L’esterno romano arriva alla Lupa dopo due stagioni positive all’Ancona, accettando la corte dell’accoppiata Rosato-Solaroli



Morbidelli con Solaroli, Amelia e RosatoAlessandro Morbidelli è un nuovo giocatore della Lupa. La voce circolava da un po’, ma l’ufficialità è arrivata solo nella giornata di venerdì, quando il giocatore è stato avvistato sugli spalti del Manlio Scopigno, durante la gara tra Lupa e Torres, esordio casalingo della squadra amarantoceleste tra i professionisti. E pensare che lui si affacciò tra i pro, nell’allora serie C2, quando aveva appena 17 anni. Indossava la maglia della Cisco Roma, veniva dal settore giovanile, e difficilmente avrebbe potuto immaginare un approccio migliore con il calcio “dei grandi”: il giovane attaccante romano andò subito in gol, mettendo immediatamente in mostra le sue doti di infallibile cecchino. Da allora, altre tre stagioni con il club capitolino, poi il passaggio al Pomezia neopromosso in C2 (il capitano era proprio lo stesso che ritrova oggi alla Lupa, Francesco Colantoni), un percorso che sembra rallentare bruscamente ed una nuova rinascita: alcuni mesi al Cynthia in serie D, per poi affrontare una splendida stagione al San Basilio Palestrina, dove realizza il suo record assoluto di reti in campionato (sono ben 15 in 32 partite). Arriva così il passaggio all’Ancona, dove l’esterno romano vince il campionato di serie D e viene poi riconfermato per la successiva stagione di Lega Pro, in cui colleziona 25 presenze, condite da 5 gol.

Oggi, Alessandro saluta l’Ancona e sceglie la Lupa, conquistato da un progetto serio e concreto, nonché dalla possibilità di consacrarsi su un palcoscenico importante: “Quando Riccardo Solaroli mi ha parlato di questa nuova avventura sono rimasto subito incuriosito. Lui mi conosce bene e di conseguenza non ci ho pensato tanto su: sono convinto che questa possa essere la piazza giusta per confermare quanto di buono ho fatto negli ultimi anni e per portare avanti il mio percorso di crescita, perché ci sono tutti i presupposti per lavorare bene e per togliersi delle belle soddisfazioni. Oggi ho visto la squadra dalla tribuna ed ho avuto modo di parlare con il mister ed alcuni compagni, mentre altri li conoscevo già per averli affrontati come avversari. In settimana avrò modo di approfondire la conoscenza con ognuno di essi, e di dar modo a loro di conoscere me, anche se alla fine dovrà essere il campo a parlare”.

Quando ad Ancona è arrivata la notizia del suo addio, molti gli attestati di stima da parte dei tifosi del luogo: “Quella con i biancorossi è stata un’esperienza veramente importante per me, a livello calcistico e personale, che mi ha fatto crescere molto e mi ha regalato tante soddisfazioni. Abbiamo vinto un campionato di serie D per poi disputare un’ottima stagione in Lega Pro, io mi sono ritagliato il mio spazio e anche se avrei voluto giocare di più sono certo di aver dato il massimo. I tifosi mi hanno sempre dimostrato il loro affetto, e al momento del mio addio ho ricevuto moltissimi messaggi e ringraziamenti da tutti loro. Spero che un domani rimpiangeranno il giocatore oltre che la persona, perché vorrà dire che avrò fatto bene in questa nuova avventura. Ripeto, sono stato bene e ringrazio l’Ancona per questi anni stupendi, ma nel calcio bisogna avere anche il coraggio di cambiare: oggi sono un giocatore della Lupa, e sono convinto che questa fosse la scelta più giusta da fare per me e per la mia carriera. Gli obiettivi andranno stabiliti giornata dopo giornata, per il momento posso dire di essere molto contento di essere qui e non vedo l’ora di aggregarmi al gruppo ed iniziare a fare sul serio”.

Un arrivo importante, quello dell’esterno romano, che va a premiare il duro lavoro svolto dal duo Rosato-Solaroli. “Morbidelli è un giocatore che abbiamo seguito con attenzione fin dall’inizio di questa avventura”, spiega lo stesso Riccardo Solaroli, “perché il suo profilo si sposa perfettamente con il tipo di calciatore che cercavamo. È giovane, ma allo stesso tempo ha un buon bagaglio di esperienza in questa categoria, per questo non appena si è presentata l’occasione di prenderlo non ci abbiamo pensato due volte. Il ragazzo ha sposato in pieno il nostro progetto, e tutti noi siamo convinti che potrà dare un contributo importante agli obiettivi che ci siamo prefissati. Ad oggi siamo pienamente soddisfatti della squadra che abbiamo costruito, ma ciò non toglie che se in questi ultimi giorni di mercato verranno a crearsi delle situazioni interessanti, le valuteremo con attenzione con l’intento di mettere a disposizione dell’allenatore una rosa competitiva e all’altezza della categoria”.