Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Oggi Lazio-Arabia Saudita. Mannino: “Capire se la strada è giusta”

Parla il tecnico biancoceleste a poche ora dalla sfida amichevole del PalaGEMS



Il tecnico biancoceleste Massimiliano ManninoMentre Roma è battuta da pioggia incessante, la Lazio siprepara a tornare al PalaGEMS, dopo la gara amichevole giocata ad Isernia, perquello che sarà il quinto test-match pre-campionato. Inizialmente previstacontro l’Orte, la partita di oggi alle 17.00 vedrà invece la formazione diMannino opposta alla Nazionale dell’Arabia Saudita, non nuova a tour estivi nelnostro Paese.

“La partita di Isernia ha dato al gruppo quel pizzico dientusiasmo in più che serviva. Dobbiamo si considerare che l’avversario era diuna categoria inferiore – spiega il tecnico - ma comunque è un’ottima squadraed ha giocato una partita molto intensa. Aver vinto con cinque gol segnati esenza subirne, su un campo piccolo, giocando a buoni ritmi e facendo buonecose, ha dato qualcosa a livello mentale ed è senza dubbio positivo. Da quandoalleno non ho mai considerato queste partite “amichevoli”, nel senso che credosiano importanti come le altre e vanno affrontate con lo stesso spiritoindipendentemente dall’avversario, poi è ovvio che non essendoci posta in paliosi usano per testare gli aspetti su cui ci si è allenati e la squadra harisposto bene a tutti gli stimoli. Ma ovviamente una rondine non fa primavera edobbiamo continuare a verificare di essere sulla strada giusta”.

Il lavoro è proseguito ed oggi c’è il nuovo test conl’Arabia Saudita: “Sarà appunto una nuova verifica ed nuovo passo verso ilraggiungimento della condizione ottimale. Abbiamo molto da lavorare anche se lasquadra è in crescita, abbiamo diversi giocatori con caratteristiche fisicheche necessitano di maggiore tempo di rodaggio, oltre a tanti giovani alle primeesperienze in Serie A che devono anche superare le emozioni e far emergere ilcarattere, che è una dote innata ma ovviamente salendo di categoria c’è bisognodi un periodo di adattamento, periodo necessario anche a chi arriva dall’esteroe non ha mai giocato nel nostro campionato come Attaibi”.a squadra harisposto bene a tutti gli stimoli. Ma ovviamente una rondine non fa primavera edobbiamo continuare a verificare di essere sulla strada giusta”.

Il nazionale olandese sarà in campo per la prima volta alPalaGEMS. Lui e Rocha, gli ultimi arrivati in ordine di tempo, sono quelli chegenerano tra i tifosi la curiosità maggiore:“Si sono messi immediatamente a disposizione e si stannointegrando, Rocha lo conoscevamo e lui conosceva già bene il campionatoitaliano, a differenza di Attaibi che invece non parla assolutamente la nostralingua e non ha mai calcato i nostri campi. Con lui comunichiamo in inglese eper lo più cerchiamo di far valere il linguaggio “universale” del campo. Sonogiocatori di esperienza ed è importante che in determinati momenti dellepartite ci siano elementi in grado di operare delle scelte, dando un indirizzoanche ai compagni. Partite come quella di oggi servono a rodare la squadra inmolti suoi aspetti e sono tutti piccoli antipasti di quello che sarà poi lagrande abbuffata del campionato, a cui bisogna arrivare preparati”.