Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Oggi presso il centro sportivo del Cinecittà Bettini parte la VII edizione del Memorial Alessandro Bini

Sarà la categoria dei Giovanissimi 2000 a scendere in campo da oggi al 13 settembre. Parteciperanno sedici squadre suddivise in quattro gironi



Alessandro BiniDomani presso il centro sportivo della Pol. Cinecittà Bettini in Via Quinto Publicio 39, prenderà il via la VII edizione del Memorial Alessandro Bini, il 15enne che perse la vita durante una partita di calcio, il 2 febbraio 2008, per aver urtato contro la leva di un rubinetto posizionato a poca distanza dalla linea del fallo laterale. Una lunga cavalcata che si concluderà il 13 settembre con la finale. Dopo tre anni il torneo ritorna in quella che fu l’ultima società dove Ale  giocò. 

Sarà quindi la categoria dei Giovanissimi 2000 a scendere in campo dal 1 al 13 settembre. Parteciperanno sedici squadre suddivise in quattro gironi. Passano ai quarti di finale le migliori due di ogni girone. Le vincitrici delle semifinali accedono alla finale. Le società che partecipano sono: APRILIA, ATLETICO 2000, ATLETICO FIDENE, CERTOSA, FUTBOL CLUB, LADISPOLI, LODIGIANI, OSTIAMARE, PRO ROMA, ROMULEA, SAN LORENZO, SAVIO, TOR DI QUINTO, TOR TRE TESTE, URBETEVERE, VIGOR PERCONTI. I risultati e le classifiche saranno aggiornati in tempo reale e sarà possibile consultarli sul sito www.associazionealessandrobini.it 

Come ogni anno saranno premiati: capocannoniere, miglior giocatore, miglior portiere; la  Coppa Fair Play alla squadra che si sarà distinta per la disciplina sia in campo ma anche fuori ed infine il “Trofeo Paolo Testa” che sarà conferito all’allenatore che avrà incarnato le doti umane e sportive del grande Paolo.

Quest’anno una grande novità, infatti, la IRC (Italian Resuscitation Council) effettuerà gratuitamente due corsi BLSD rispettivamente la formazione di 6 dirigenti della squadra prima classificata e 6 dirigenti della seconda. 

Il memorial, giunto alla settima edizione, attraverso il  ricordo di Alessandro Bini, è lo strumento per diffonderela cultura della sicurezza negli impianti sportivi e sensibilizzare su quanto sia importante la vita dei ragazzi come sottolinea la presidente Delia Santalucia Bini  “Il nostro obiettivo è quello di far si che quanto successo a mio figlio Alessandro non si verifichi mai più, che non si debba mai più perdere la vita andando a giocare a pallone o in una piscina. Per questo da più di sei anni lottiamo affinchè sia diffusa una cultura della sicurezza e affinchè gli impianti sportivi e non solo siano messi in sicurezza. Tanto è stato fatto ma molto ancora c’è da fare. Ci auguriamo, inoltre che possa vincere lo sport vero, nel rispetto delle regole, con un sano agonismo e con etica sportiva. Tutto questo in memoria di Alessandro.”