Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Olevano, il saluto di Rosati: “Lascio per il bene dell'Atletico”

Il giovane tecnico ha rassegnato le dimissioni per motivi personali: “Decisione presa da qualche giorno. E' stata l'esperienza più bella della mia carriera”



Una decisione presa non a cuor leggero, quella di Damiano Rosati, che ha lasciato la panchina dell'Atletico Olevano per ragioni personali. “Purtroppo sono arrivato a dover prendere a malincuore questa decisione – spiega a Gazzetta Regionale - Ho molti impegni nella mia vita al di fuori del calcio, nonostante per me il calcio sia vita. Lascio l'Olevano per il suo bene, non per il mio. La Promozione è una categoria impegnativa, serve una persona costantemente presente, e io in questo momento non posso più garantire ciò”. Un divorzio doloroso e forzato, dunque, quello tra il giovanissimo allenatore (classe '90) e la società del presidente Cappella, in nessun modo legato a ragioni di campo. Per il patron biancoceleste, Rosati spende parole dolcissime: “Il presidente per me è come un secondo padre, mi ha sempre trattato come un figlio facendomi sentire importante. Far parte di questo club per me è stato un sogno: nel calcio di oggi sempre più inquinato, l'Atletico Olevano è tutt'altra cosa”. Quello di Rosati, tuttavia, potrebbe non essere un addio, come egli stesso scrive in una lettera su Facebook che vi mostriamo nella foto: “ Chissà però che il mio sia un arrivederci e non un addio....FORZA ATLETICO SEMPRE E COMUNQUE ... Un abbraccio a tutti Damiano Rosati!!"
Image title