Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Olimpus: che lotta per la Coppa! 7-5 alla Partenope

La formazione di Ranieri vince la battaglia del Palaolgiata: doppiette per Velazquez e Garcia



A.S.D. OLIMPUS OLGIATA 20.12 S.C. - GOLDEN EAGLE PARTENOPE 7-5


MARCATORI
 2' e 3' pt, 18' st Arillo (P), 11' e 20' pt Osni Garcia (O), 12' st Madonna (P), 14' pt, 9' e 19' st Velazquez (O), 19' pt Beto (O), 2' st Schurtz (P), 15' st Borsato (O)

OLIMPUS Pozzo, Osni Garcia, Del Ferraro, Velazquez, Borsato, Di Eugenio, Marchetti, Beto, Cipolla, Medici, Butnaru, Stefanoni ALLENATORE Ranieri 

PARTENOPE Akasako, Costigliola, Imparato, Rocha, De Crescenzo, Frosolone, Schurtz, Arillo, Madonna, Cerrone, Quaglietta, Guido ALLENATORE Di iorio

NOTE Ammoniti Del Ferraro, Madonna


Image titleDopo dodici minuti di buio, l'Olimpus di Ranieri risorge dalle proprie ceneri e vince una partita che, di fatto, la colloca nel paradiso della A2. Al Palaolgiata va in scena una gara difficile, forse più del previsto per la formazione di casa che, a due minuti dal fischio d'inizio, si trova sotto di due reti a seguito della fulminea doppietta di Arillo (0-2) che, in contropiede, trafigge la difesa blues. Inizia allora una fase fatta di botta e risposta tra le due formazioni, con l'Olimpus che prova a reagire e la Partenope che, invece, tenta di sferrare il colpo del ko. All'11' a riaprire la gara ci pensa Osni Garcia facendo praticamente tutto da solo: sulla tre quarti, il giocatore di origini brasiliane stoppa la palla e la protegge, prima di liberarsi del suo marcatore e lasciar partire un tiro che si insacca all'angolino basso alla sinistra di Akasako (1-2). Passano pochi più di trenta secondi e gli ospiti ristabiliscono le distanze, di nuovo su contropiede, stavolta con Madonna (1-3). Time out propizio per l'Olimpus al 12'. La formazione di Ranieri rientra in campo con una nuova verve e si vede. Due minuti dopo, Beto lancia in lungo linea l'accorrente Velazquez che calcia sul primo palo e accorcia le distanze (2-3). Ci prova ancora il capitano dell'Olimpus al 16', al termine di una collaborazione con Borsato, ma la sua conclusione viene respinta da Akasako. La Partenope cerca di non farsi chiudere nella propria metà campo ma l'Olimpus riesce a pressare in modo corretto la squadra di Di Iorio. Così, al 19', Velazquez se ne va lungo l'out di destro e serve al centro Beto che non sbaglia (3-3). A trenta secondi dal termine la formazione blues passa in vantaggio, con un colpo da biliardo di Osni Garcia (4-3). Nella ripresa la Partenope trova il goal del pari con Schurtz che, dopo aver vinto un contrasto in posizione centrale, trafigge Pozzo (4-4). La formazione di Di Iorio si chiude in difesa affidandosi alle ripartenze. Al 7' fallo da dietro su Del Ferraro, il direttore di gara lascia proseguire. Due minuti dopo, si chiude il triangolo tra Velazquez e Borsato con l'asso paraguaiano che non sbaglia e fa 5-4. Al 13' è Velazquez a lanciare Borsato ma Akasako è bravo a respingere la sua conclusione. Al 15', però, il pivot non sbaglia e, lanciato in contropiede da Del Ferraro,  mette a sedere portiere e ultimo della formazione campana, salvo poi insaccare la palla del 6-4. Ci provano ancora Osni Garcia e Velazquez, ma con poca fortuna. La Partenope schiera il portiere di movimento. Al 18' il tiro di De Crescenzo sbatte sulla traversa, Arillo è il più lesto di tutti a scaraventarsi sulla sfera e segnare (6-5). Al 19', contropiede dell'Olimpus e Velazquez, oggi in grande spolvero, mette a segno la sua terza rete in questa gara, l'undicesima in campionato, nonché quella che chiude la gara sul definitivo 7-5 a favore della formazione di casa. La prossima settimana la formazioni di Ranieri sarà a Bari per affrontare il Sammichele.

Image title