Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Olimpus, il presidente Verde: "Siamo nell'elite del calcio a 5"

Nel corso della presentazione dell'ultimo colpo di mercato, Borsato, ha preso la parola la dirigenza blues



Da sinistra: Serafini, Casilli, Verde, Borsato, Ranieri e De AngelisLa presentazione di Luiz Henrique Borsato, ultimo grandissimo colpo di mercato dell’Olimpus, è stato anche il pretesto per sentire gli umori in casa blues. A prendere per primo la parola è stato il presidente Andrea Verde: “Sono emozionato ed onorato di presentare un campione che ci farà compiere un grande salto di qualità. Dobbiamo ancora capire in che dimensione stiamo. Luiz e gli altri giocatori nuovi ci fanno capire che ci troviamo nell’elite del calcio a 5. Senza fare voli pindarici, ci troviamo di fronte ad una categoria difficile, dove cercheremo di fare del nostro meglio”. Sulla stessa linea di pensiero anche il tecnico Fabrizio Ranieri: “Non è un mistero che Luiz sia un giocatore importante e siamo convinti che ci aiuterà ad affrontare un campionato difficile come l’A2. Sono contento di avere lui e tutti gli altri giocatori. Speriamo di ripetere quanto fatto in passato”. Felice anche il nuovo volto blues: “Ringrazio tutta la società, che ha fatto sacrifici ed ha creduto in me. Cercherò di ripagare la loro fiducia. Credo nella cultura del lavoro e se ci alleneremo tutti insieme possiamo raggiungere i risultati prefissati”. Fari spenti per il ds Gianluca De Angelis: “Quest’anno sarà importante mantenere i piedi per terra. Il campionato sarà molto duro e sarebbe azzardato fare pronostici. Vedremo se saremo all’altezza della situazione”. Meno cauto il direttore tecnico Franco Casilli: “Spero che Luiz possa ripetere e migliorare quanto fatto negli ultimi 4 anni. Nel mercato è stato fatto un ottimo lavoro. Abbiamo allestito una rosa competitiva e penso che potremo arrivare nelle prime quattro del campionato”. In chiusura ha preso la parola anche il Dg Renato Serafini : “Abbiamo ottenuto ancora un salto di categoria. E’ una situazione eccitante, ma anche preoccupante. Abbiamo costruito una squadra importante e non vogliamo rimanere in A2 solo per una stagione”.