Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Olimpus, le mani sul campionato: l'Ardenza cede con onore

La formazione di Ranieri vince il derby laziale e si porta a +5 sulla Maran a tre turni dal termine. Per i ciampinese la corsa ai play off si fa dura



OLIMPUS – ARDENZA CIAMPINO 5-1


MARCATORI
Capecce 1’pt (A), Garcia 4’pt (O), Velazquez 17’pt (O), Del Ferraro 18’pt (O), Cittadini 13’pt (O), Velazquez 15’st (O)

OLIMPUS De Paula, Garcia, Del Ferraro, Velazquez, Cittadini, Colaceci, Di Eugenio, Cutrupi, Montagna, Stefanoni, Ugherani, Mazzilli ALLENATORE Ranieri

ARDENZA CIAMPINO Germani, Quagliarini, Giuliani, Mattioni, Bacoli, De Vincenzo, Cucchi, Miranda, Martucci, Capecce, Mattarocci, Blasimme ALLENATORE Pozzi

ARBITRI Puorto di Firenze, Fineschi di Siena CRONO Loria di Roma 1

NOTE Ammoniti Del Ferraro, Garcia, Quagliarini, Giuliani Falli 5-2, 1-7


L'esultanza blues (Foto © Cantarelli)L’Olimpus riscatta immediatamente il ko di Spoleto, supera l’Ardenza Ciampino e, complice la rovinosa caduta della Maran Nursia a Grosseto, mette nuovamente le mani sul campionato. Il team di Ranieri, infatti, conduce ora con cinque lunghezze di margine sugli umbri a tre gare dalla fine. Per l’Ardenza, sempre in partita e protagonista di un ottimo match, si tratta di uno stop pesante, che rischia di spezzare i sogni play off del team di Pozzi.


Primo tempo. Pronti via, lancio di Bacoli, testa di Capecce e l’Ardenza è in avanti dopo appena 30’’ di gara. Nei primissimi minuti l’Olimpus accusa il maggiore dinamismo della formazione rossoblu e non riesce a farsi vedere in avanti. Al primo vero affondo i blues trovano comunque il pari con Garcia, che ribadisce in rete la respinta del palo su tiro di Velazquez. Il match rimane vibrante: tra l’8’ e l’10’ Ardenza si rende pericolosa con Quagliarini, mentre l’Olimpus risponde con Garcia e Montagna, che da buona posizione manda sul fondo. La gara scivola via su ritmi elevati, anche perché i direttori di gara adottano un metro troppo permissivo, preferendo sorvolare su numerosi contatti. Nel finale di prima frazione, l’Olimpus aumenta la pressione: al 16’ doppia conclusione di Cittadini senza fortuna, al 17’ Miranda si fa soffiare la palla da Montagna, che da dentro l’area manda sull’esterno della rete, mentre subito dopo Mattarocci viene fermato, forse fallosamente, in proiezione offensiva, gli arbitri non intervengono e sul capovolgimento di fronte è Velazquez, su assist di Montagna, a completare la rimonta. Sull’inerzia del vantaggio l’Olimpus trova immediatamente il 3-1 con Del Ferraro, sugli sviluppi di un corner.


Secondo tempo. Nella ripresa, ancora una volta parte forte l’Ardenza: in meno di un minuto De Paula salva su De Vincenzo, quindi è Giuliani a centrare la traversa con una splendida conclusione dalla distanza. L’Olimpus risponde con Cittadini, ma Germani è super. L’Ardenza è però viva, vuole riaprire la gara e prosegue la sua spinta offensiva. Al 4’ De Vincenzo pesca Bacoli tutto solo, ma De Paula compie il miracolo in uscita. Al 6’ Mattarocci manda di un soffio sul fondo, mentre al 7’ ancora Mattarocci al tiro, ma questa volta è De Paula ad opporsi alla conclusione avversaria. All’8’, nel giro di poco più di un minuto, l’Ardenza commette tre falli e regala il tiro libero all’Olimpus. Sul dischetto si porta Garcia, ma Germani respinge la conclusione, ripetendosi sul tap in di Cutrupi. Al 9’ Bacoli cerca il tocco sotto porta, ma De Paula non si lascia sorprendere. All’11’ ancora tiro libero per l’Olimpus: calcia Di Eugenio, ma Germani è ancora attentissimo. All’11’ si fa rivedere l’Ardenza con Capecce, che costringe De Paula all’intervento di piede. Al 13’ i blues chiudono la gara: Germani respinge le conclusioni di Cittadini e Montagna, sulla terza respinta è un difensore ciampinese ad opporsi a Velazquez, la palla torna ancora a Cittadini, che prende la mira e di piatto insacca il 4-1 sotto la traversa. Mister Pozzi inserisce subito Bacoli come portiere di movimento, ma al 15’ Velazquez intercetta a sfera e da metà campo insacca il 5-1. L’Ardenza non demorde e continua a spingere con il portiere di movimento, senza però riuscire a battere l’attento De Paula. Allo scadere l’Olimpus conquista un altro tiro libero, ma Germani dice ancora una volta di no a Cittadini. Al suono della sirena parte la festa dell’Olimpus: la promozione in serie A2 è ormai ad un passo.