Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Olimpus, senti mister Abati: "Un campionato ricco di sorprese"

Parla il tecnico della formazione di Roma nord dopo le prime due settimane di preparazione: "La mia squadra disposta al sacrificio"



Il ds Sabatini e mister Abati (Foto © Olimpus)Meno di un mese al fischio di inizio del nuovo massimo campionato. La serie A Elite rappresenta, infatti, la novità principale del futsal in rosa. Un massimo torneo a cui prenderà parte anche l’Olimpus, che quest’anno sarà guidata da mister Marco Abati reduce dall’esperienza reatina, pronta a rilanciare le sue ambizioni. E’ proprio il tecnico blues a tracciare un bilancio del lavoro fin qui svolto, proiettandosi già verso la lunga stagione alle porte. 


Mister, più di due settimane di preparazione. Quali sono le prime sensazioni? 

“Sono molto positive. Ho trovato un gruppo disponibile al sacrificio e al lavoro e che presta la giusta attenzione a quello che proviamo in allenamento. L’amichevole di sabato è stato un primo esame per tracciare un bilancio”.


Un gruppo in parte rinnovato, in parte confermato. Da dove bisogna ripartire? 

“Dobbiamo essere consapevoli di far parte di un campionato molto difficile. Dovremmo approcciare con umiltà le gare che, a mio parere, riserveranno sorprese ogni domenica. Non ci saranno risultati scontati in un girone d’élite davvero molto competitivo. Mi ripeto, ma bisogna avere la giusta mentalità e concentrazione in ogni partita, soprattutto in quelle che possono sembrare più abbordabili”. 


Quest’anno ci sarà una serie A tutta nuova. Qual è la sua opinione sulla nuova formula del massimo campionato? 

“La formula è interessante, perché nella prima fase mette a confronto diverse parti d’Italia. Mi lascia però perplesso il fatto che, pur arrivando settimi o ottavi, non si avrà comunque la possibilità di disputare i play off. Sarebbe bastato mettere una partita in più per dare l’occasione a tutti di giocare la post season. I gironi Gold e Silver, infatti, non danno chance di recupero in caso di problemi iniziali dovuti ad infortuni o assenze. Diventerà un vero terno al lotto. E’ un peccato, quindi, che due formazioni che parteciperanno al girone Gold non potranno disputare i play off”.


Meno di un mese al via. Come procederà il vostro lavoro?

“Abbiamo svolto due settimane di doppie sedute, quindi sabato abbiamo giocato la prima amichevole. Adesso ci alleneremo tutti i giorni fino all’esordio in campionato, giocando gare di allenamento più ravvicinate contro formazioni di spessore come Isolotto e, soprattutto, Ternana. Per noi sarà un onore affrontare la squadra con lo scudetto sul petto. Da li in poi marceremo spediti verso la prima trasferta ufficiale della stagione”. 


Che pronostico dà della stagione?

“In questo momento è difficile dirlo, con le squadre e i tecnici ancora al lavoro. Se dobbiamo basarci solo sullo scorso anno, direi che nel nostro girone ci sono le due Lazio, lo Statte e il Montesilvano. Ma ci siamo anche noi, Fasano, Salinis e Locri come squadre comunque competitive. Come già detto, non è scontato nulla. Lo stesso discorso si può fare per l’altro girone: ci sono Ternana, Isolotto e Sinnai, ma non sarà facile giocare contro Portos e Falconara. Sarà un campionato veramente emozionante. Penso sia questa la parola migliore per descriverlo. Emozionante ed aperto a qualsiasi risultato”.


Image title