Notizie

Ostiamare è travolgente: 4-1 al Massimina

I ragazzi di Mussoni non fanno prigionieri e chiudono il match già nel primo tempo calando un bel poker sugli avversari



9a Giornata - 29 nov 2014
4 - 1

MARCATORI 8'pt Formisano (M) aut., 20'pt Bucri (O), 22'pt Chiurco (O), 34'pt Bello (O), 19'st Gingillo (M)
OSTIAMARE Confe 6, Pulicati 6.5, Monfreda 6 (1'st Galderisi 6.5), Scaccia 6, Biraschi 6, Romeo 6 (16'st Punzo 5.5), Sibilio 7, Felici 6.5 (1'st Cammilleri 6), Bucri 7 (1'st Gadaleta 6), Chiurco 7.5 (1'st Colonnelli 6), Bello 7 (27'st Passaretti 6) PANCHINA De Persio ALLENATORE Mussoni 7.5
MASSIMINA Grasso 5.5, Nasto 5 (Guerriero 5.5), Lustri 5.5 (16'st Barigelli 5.5), Sabatucci 5.5, Porcaroni 5, Formisano 5, Galluzzo 6 (27'st Colizzi 5.5), Latteri 5.5 (16'st Mazzotta 5.5), Piatti 6 (27'st Ciappina), Tonelli 6 (16'st Piermattei 6), Gingillo 6.5 PANCHINA Focarelli ALLENATORE Picariello 5.5
ARBITRO Stangoni di Civitavecchia 6.5
NOTE Ammoniti Galderisi, Barigelli. Rec. 0'pt-3'st

Tutto facile per l'Ostiamare che regola con un rotondo 4-1 un Massimina mai parso in partita. Un tempo basta e avanza infatti ai biancoviola per mettere in ghiaccio un match in cui, nella seconda frazione di gioco, si sono limitati a controllare gli avversari e a gestire un risultato che non ha fatto altro che evidenziare i dieci punti che in classifica separano le due formazioni.

Alessandro Mussoni, la sua Ostiamare non fa prigionieriTutto facile. Dopo un primo brivido arrivato grazie ad una punizione di Gingillo che scheggerà il palo, l'Ostiamare sale in cattedra. All'ottavo i ragazzi di Mussoni aprono le danze. Su un calcio piazzato dalla sinistra la difesa ospite non riesce a liberare, Sibilio anticipa il portiere in uscita ma, sulla linea, Formisano cercando di allontanare la sfera con un recupero alla disperata spinge il pallone nella propria porta. Il vantaggio non placa la sete di vittoria dei padroni di casa che, dopo un palo su tiro cross di Pulicati, centrano il raddoppio con Bucri che trafigge Grasso con un bel diagonale. Il raddoppio taglia le gambe al Massimina che si dimostra incapace di reagire tanto che passeranno solamente un paio di minuti prima che l'Ostiamare cali il tris. Chiurco riceve palla sulla trequarti, resiste al ritorno di un difensore, ne salta un altro e dal limite lascia partire un bolide che si insacca imprendibile alle spalle dell'estremo difensore avversario. 3-0 e match in ghiaccio anche se il Massimina prova a riaprire i giochi con un destro di Piatti che però, complice anche una deviazione, si infrangerà sulla traversa. Prima di andare a riposo i lidensi mettono anche il punto esclamativo alla propria prestazione con Bello che, da pochi passi, non si fa pregare quando si tratta di spingere in porta un bel rasoterra dalla destra.

Gingillo, una scintilla nel buio. Nel secondo tempo, complice un'Ostiamare ormai decisamente sazia, la partita calerà di tono. Pochi i sussulti di una ripresa animata solamente da un paio di sfuriate di Galderisi che però, al momento di pungere, pecca della precisione necessaria per scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori. Unica nota positiva per il Massimina diventa così Gingillo che al diciannovesimo realizzerà il gol della bandiera per i suoi. Lanciato a rete, il numero undici ospite, prova a scavalcare Confe con un pallonetto. Il portiere respinge, sulla ribattuta si avventa ancora l'attaccante del Masismina che approfitta dello scontro tra il portiere avversario e Pulicati per battere indisturbato a rete. Il match si chiude così sul 4-1, dipingendo una partita in cui l'Ostiamare di Mussoni ha saputo sin da subito dimostrare una chiara superiorità legittimata poi con il passare dei minuti.